Criscuolo: “Stiamo lavorando ad un nuovo modulo per sorprendere gli avversari”

Silvestri e Grassadonia a colloquio

A conclusione delle prime tre settimane di lavoro, il tecnico del Messina Gianluca Grassadonia ha voluto concedere la ribalta dei riflettori al suo vice Vincenzo Criscuolo, a conferma dell’importanza dello staff che lo supporta. Positive le sensazioni emerse anche a Brolo contro la Tiger: “Abbiamo disputato un buon primo tempo, ottenendo indicazioni confortanti sulla tenuta. Nella ripresa forse abbiamo perso un po’ le distanze anche a causa delle sostituzioni e del gran caldo che ha influito molto. Si è trattato comunque di un ottimo allenamento contro una squadra che ci fa piacere sia approdata in serie D. Gli auguro le migliori fortune, un po’ come auspichiamo tutti anche per noi”.

Il venezuelano Paez contrasta l'ex Catania e Milazzo Bica Badan

Il venezuelano Paez contrasta l’ex Catania e Milazzo Bica Badan

Ai 23 elementi in organico il tecnico ha chiesto grande capacità di adattamento, come dimostra ad esempio l’impiego di Izzillo sia davanti alla difesa, come mediano alla Bucolo, sia alle spalle delle due punte, come trequartista alla Pepe: “Stiamo cercando le soluzioni che siano più idonee alle caratteristiche dei nostri ragazzi. Vogliamo metterli in condizione di esprimere il massimo e dare il meglio per questa squadra. Spesso i giovani apprendono con facilità l’importanza della duttilità in campo. Nicolas sta facendo bene, ma così anche tanti altri compagni. La squadra ha lavorato per venti giorni senza sosta ed ora meritava due giorni di riposo”.

Dopo il Ferragosto trascorso con le rispettive famiglie, sabato 16 è previsto il ritorno a lavoro. Prima del 31 saranno programmate almeno altre due amichevoli, utili anche per sciogliere le riserve sulla posizione del guineano Camarà: “È un buon giocatore, sarà la dirigenza di concerto con il mister a valutare se ha le caratteristiche adatte per il nostro tipo di gioco”.

Un po' di refrigerio per gli accaldati sostenitori giallorossi

Un po’ di refrigerio per gli accaldati sostenitori giallorossi

Ancora ai box invece Bjelanovic, Enrico Pepe ed Esposito, tre elementi cardine del nuovo scacchiere: “Fortunatamente i tempi di recupero non dovrebbero allungarsi ancora. Hanno subito dei piccoli traumi, ma non sono guai muscolari perché abbiamo lavorato bene. Purtroppo si tratta di problematiche articolari. Qualche incidente di percorso ci sta, come la distorsione ed il problema al ginocchio di Pepe, mentre Antonio è sofferente alla schiena ed al collo, forse per un colpo di freddo”.

In ottica Pontedera ed a causa dei tempi ristretti Grassadonia ha preferito lavorare ancora sul 3-5-2 ma Criscuolo annuncia novità sul modulo in vista dell’inizio del campionato: “Cercheremo di attuare altri sistemi di gioco. Stiamo già lavorando su alcune novità. Ovviamente manteniamo il riserbo in merito ma è ovvio che le squadre avversarie ti studiano, così come noi analizziamo gli altri, e quindi non possiamo farci trovare impreparati. Da anni non si vedeva un C così bella ed appassionante. Speriamo di poterla ricordare. Siamo una squadra giovane. I ragazzi hanno mostrato qualità e possono competere in questa categoria. Ovviamente più uomini avremo a disposizione, meno saranno i problemi. Attendiamo quindi novità dal mercato”.

Stampa sfugge al suo marcatore

Stampa sfugge al suo marcatore

Inevitabile un riferimento alla splendida presentazione ospitata dal Monte di Pietà: “È stata una serata bellissima, organizzata in modo esemplare. La città, i calciatori e la società lo meritavano. Stiamo facendo sacrifici e speriamo di ottenere tante soddisfazioni. Di solito il lavoro paga”.

Ovvia anche una battuta sulla sfida con la Reggina, programmata già per metà settembre: “Il derby è il derby, sarà una partita particolare. Dovremo arrivarci con la tensione giusta, rimanendo con i piedi per terra. La gente può fantasticare ma noi ci chiuderemo a riccio, concentrandoci soltanto sul lavoro”. 

Commenta su Facebook

commenti