Cresci in Rete di scena a Milazzo. Rotella: “Sfidiamo una squadra imprevedibile”

Paola RotellaLa palleggiatrice della Cresci in Rete Paola Rotella

Trasferta insidiosa per la Cresci in Rete, che sarà di scena a Milazzo dove ad attenderla ci sarà la quarta forza del torneo, l’Asd Volley 96. La squadra del presidente Caprì è reduce dalla battuta d’arresto maturata nel precedente turno contro la Nino Romano. Caccia al riscatto, quindi, contro una compagine che staziona stabilmente nelle parti alte della graduatoria. Per le messinesi, al momento quinte in classifica, potrebbe essere l’occasione per lasciarsi definitivamente alle spalle la disfatta interna della scorsa settimana e tentare di ridurre il distacco dal sodalizio milazzese, al momento distante 4 punti.

Paola Rotella

Paola Rotella esulta con le compagne dopo un punto

A presentare la sfida è la palleggiatrice della squadra allenata dal coach Russo, Paola Rotella: “Un match imprevedibile contro una squadra che cambia spesso il sestetto base. L’Asd Volley, se vogliamo, è la vera incognita del girone, proprio per questa tendenza al cambiamento costante, che rende complicata la fase di preparazione della partita e di studio dell’avversario. Sfida difficile, contro una squadra che però all’andata siamo riusciti a battere. Speriamo di poter bissare quel successo”.

La palleggiatrice della Cresci in Rete analizza anche il momento della squadra, a partire dall’ultima giornata di campionato: “Vogliamo riscattare la sconfitta subita dalla Nino Romano, formazione di assoluto valore, contro la quale, però, avremmo anche potuto vincere se avessimo messo in campo lo spirito di squadra che ci ha contraddistinto per larghi tratti di questa stagione. Sconfitta dalla quale possiamo solo imparare, pur essendo assolutamente consapevoli che la forza del nostro gruppo sia il cuore. Nel girone di ritorno siamo partiti un po’ a rilento, ma abbiamo una certezza: l’unione di squadra sarà la chiave di volta. Se siamo quinte in classifica, lo dobbiamo soprattutto a questo. Bisogna solo tornare ad avere piena consapevolezza del valore del nostro collettivo. La passione potrà portarci ben oltre le nostre aspirazioni. A tal proposito, c’è una frase di Benigni che cito spesso: “Siamo fatti di nervi e sangue caldo, le passioni vanno vissute e le emozioni fanno parte di noi”.

Commenta su Facebook

commenti