Coppa, la Palmese passa al “Vasi”. Due Torri rimontato in nove uomini

Due Torri-Palmese

Il Due Torri stecca la prima ufficiale nella nuova stagione sportiva e, al primo turno della Coppa Italia Serie D, subisce la rimonta di una concreta Palmese allo stadio “Vasi”. 1-2 è il finale di una gara tutto sommato equilibrata, in cui la formazione calabrese ha saputo non demordere, pur senza entusiasmare ed i padroni di casa risultano penalizzati sul piano disciplinare, con due esplusioni ampiamente evitabili.

Due Torri-Palmes (4)

Il minuto di silenzio osservato in memoria delle vittime del terremoto di Accumoli

Osservato un minuto di silenzio per le vittime del terremoto che ha colpito il Centro Italia, la prima conclusione è della Palmese. La formazione neroverde conquista un calcio di punizione dopo appena due minuti, che costringerà Matinella a giocare tutta la partita sotto ammonizione. Su ribattuta della difesa di casa, Crucitti scodella la sfera poco alta sopra la traversa difesa da Ingrassia. Nei successivi venti minuti si gioca a scacchi in mezzo al campo, fino al secondo corner conquistato dai calabresi. Crucitti mette in mezzo, sugli sviluppi dell’azione, a cercare la testa di Dorato, ma Pennino ferma tutti per un fallo commesso da Davide Cassaro, che colpisce al volto Matinella. Il capitano biancorosso finisce a terra e rientrerà in campo con la testa fasciata solo dopo 7 minuti. Poco dopo D’Amico scalda i guanti di Laganà con un forte cross dalla destra, mentre sulla mezz’ora Bonadio sfugge alla marcatura di Cassaro ritrovandosi ampiamente in fuorigioco. L’equilibrio in campo e nel risultato si rompe al 39’. Il Due Torri conquista calcio d’angolo, in area Scoppetta trattiene vistosamente Riccardo Cassaro. Pennino sanziona subito l’intervento e Postorino si incarica della battuta. Dal dischetto l’esterno pirainese manda palla da una parte e portiere dall’altra ed è 1-0. La Palmese reagisce subito, ma Ingrassia respinge facilmente coi pugni il destro al volo di Spanò, costretto a uscire subito dopo per un sospetto stiramento. Durante i minuti di recupero Crucitti fa sussultare la formazione siciliana, scagliando un gran destro su punizione che attraversa la barriera e si stampa sul palo.

Il saluto tra le due formazione

Il saluto tra le due formazione

Nella ripresa gli ospiti tentano l’assalto dopo sette minuti, quando Ingrassia respinge un tiro da posizione ravvicinata del neo entrato Amico, piombato in area a tu per tu con il portiere su sponda di Dorato. Mister Venuto mischia quandi le carte, rinforzando l’attacco con l’ingresso di Giorgio Stassi, ex Paceco e sfruttando la freschezza di Mosca che rileva D’Amico. Al 64’ Bonadio pesca il jolly dalla linea del fallo laterale, con un tiro-cross che attraversa tutta l’area e si spegne sul fondo. Tre minuti più tardi i neroverdi agguantano invece il pareggio, lasciando di stucco un Due Torri ridotto anche in 10 uomini. Sul primo pallone toccato, Mosca si accentra palla al piede ed in area ritarda la conclusione. Davide Cassaro lancia i suoi in contropiede e sui 20 metri, dal lato opposto, Pennino assegna il calcio di punizione che cambia la partita. Matinella viene espulso per doppia ammonizione e  sul pallone si presenta Crucitti. Il funambolo calabrese lascia di sasso Ingrassia, calciando un pallone che aggira la barriera e si insacca sotto l’incrocio, per una realizzazione applaudita da tutto il “Vasi”. Al meraviglioso gol del pareggio segue, nove minuti dopo, il sorpasso degli uomini di Dal Torrione, ancora davanti degli increduli avversari. Amico scatta infatti sulla destra e disegna un cross che insidia lo specchio della porta, che elude anche la copertura di Cassaro. Sottorete c’è Dorato, che anticipa Ingrassia e spinge in rete la palla del vantaggio. A dieci dalla fine piove sul bagnato in casa Due Torri, con l’espulsione di Pellegrino che riduce in nove la formazione tirrenica e danneggia ulteriormente la difesa in cui si registra l’esordio di Ravidà in maglia biancorossa. All’88’ Scolaro scheggia la traversa con una punizione a giro e si infrange praticamente l’ultima speranza dell’undici di Venuto di acciuffare i calci di rigore. Nel recupero Ingrassia respinge poi a mani aperte una staffilata di Corso dai 25 metri.

Ingrassia

Ingrassia non ha potuto nulla su entrambi i gol ospiti

La Palmese si aggiudica così l’unico anticipo in programma per le squadre del girone I ed approda nel gruppo delle 55 qualificate al secondo round, in attesa di una tra Rende e Roccella. Per la formazione tirrenica la testa va invece al campionato. Domenica 4 settembre,  a Piraino, arriva la Sicula Leonzio.

Due Torri 1-2 US Palmese
Marcatori: 40’ Postorino, 68’ Crucitti, 77’ Dorato
Due Torri (3-5-1-1): Ingrassia; Cassaro R., Matinella, Pellegrino; D’Amico (57’ Stassi), Scolaro, Aprile (69’ Ravidà), Segreto, Postorino; Palmisano; Palmeri (57’ Mosca). All. Antonio Venuto
A disposizione: Matassa, Bellamacina, Messina, Scaffidi, Galati.
Palmese (4-3-3):  Laganà; Matellicani (75’ Lavilla), Scoppetta, Lugliese, Cassaro D.; Sapone, Corso, Spanò (45’+2’ Amico); Bonadio, Dorato, Crucitti. All. Mario Dal Torrione
A disposizione: Pellegrino, Scalone, Potrone, Vitale, Millimaci, Misale, Saglimbeni.
Arbitro:  Ignazio Pennino della sezione di Palermo. Assistenti: Alessandro Bruno e Francesco Cortese, entrambi della sezione di Palermo.
Note: Ammoniti: Aprile (DT) Cassaro D., Matellicani, Scoppetta (P) . Espulso: Matinella al 67’ e Pellegrino (DT) all’80’, entrambi per doppia ammonizione.
Recupero:  3’ pt, 4’ st
Angoli: 5-7

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

Commenta su Facebook

commenti