Coppa Italia, il vicepresidente Lnd Morgana conferma: “Messina in campo il 20 agosto”

Sandro MorganaSandro Morgana in conferenza stampa al Comune

Adesso è praticamente ufficiale. La prima uscita del nuovo ACR Messina sarà il prossimo 20 agosto in Coppa Italia. Ad annunciarlo è il vicepresidente della Lega Nazionale Dilettanti Sicilia, Sandro Morgana: “Non c’è dubbio – ha assicurato – il 20 agosto inizierà la Coppa Italia e ai nastri di partenza di partenza ci sarà anche il Messina, ovviamente”.

Sandro Morgana

Da Roma, intanto, arrivano spifferi circa l’inserimento dei peloritani in un girone non più a 19 squadre ma a 18 e ciò comporterebbe l’assenza di un turno di riposo per ogni compagine. Scenario che però Morgana non conferma: “Il Messina andrà nel Girone I e sarà inserito in sovrannumero – ha confermato – se poi le squadre saranno 18 piuttosto che 19 questo è da vedere. Non penso che questo rappresenti un problema per il Messina, questa  nuova società si è presentata bene e mi auguro che possa vivere una stagione in Serie D da assoluta protagonista e possa tornare al più presto possibile tra i professionisti, così come merita l’intera città dello Stretto”.

Molto dipenderà dalla sentenza sull’eventuale ripescaggio in Serie C del Rende. Sentenza che dovrebbe arrivare giorno 11 agosto, vale a dire 24 ore dopo l’ufficializzazione della composizione dei gironi di Serie D.

ACR Messina

Esordio anticipato per il nuovo Messina

Uno scenario surreale che però non sembra preoccupare Morgana: “La vicenda Rende la conosco poco. Capisco il dispiacere di una società che ritiene lese le proprie ragioni,  ma tutto deve essere fatto sempre nel rispetto delle regole che sono rigide e da cui non si può sgarrare. Non scombina niente, siamo pronti a tutti gli eventi e non siamo per nulla preoccupati, nessuno scombina i piani della Lega. E’ già capitato in passato ed eventualmente affronteremo anche questa”.

Martedì è stata ufficializzata la composizione dei gironi dei campionati di Eccellenza e Promozione. Per le messinesi la nota lieta è rappresentata dal ripescaggio nel massimo campionato regionale del Pistunina. Il vicepresidente Morgana illustra i criteri che hanno portato alla formulazione dei gironi: “I due gironi di Eccellenza sono perfettamente equilibrati, c’è stata una perfetta suddivisione tra la Sicilia Orientale e la Sicilia Occidentale. Anche per la Promozione abbiamo cercato di rispettare il principio della interprovincialità. Stiamo parlando del secondo campionato regionale, ad esclusione del Girone A dove ci sono le palermitane, le trapanesi e le agrigentine, che è un po’ più largo, gli altri sono accessibili sotto il profilo della vicinanza“.

Sandro Morgana

Il Vice Presidente della LND Area Sud Sandro Morgana

Un po’ come accaduto un anno prima in Lega Pro è stato necessario “richiamare” svariate squadre che sul campo non avevano conquistato il diritto a partecipare alla categoria superiore. Morgana però difende le scelte dei palazzi del calcio: “Il Consiglio regionale ha lavorato bene, ci sono stati cinque ripescaggi in Eccellenza per sei posti liberi visto il ripescaggio dell’Acireale e le quattro promozioni in Serie D. Mentre un posto è rimasto vuoto in modo organico. Nel campionato di Promozione invece ci sono stati dieci ripescaggi. Come sempre capita ci sono state società che non si sono iscritte al campionato, ma questo purtroppo fa parte del gioco. Credo che, nonostante la crisi in cui versa il calcio e la dimensione dilettantistica di cui stiamo parlando, che il “pallone” siciliano possa dire a voce alta che c’è”.