Coppa Italia, pareggio a reti inviolate della Jonica sul difficile campo del Giarre

Una fase del match tra Giarre e Jonica

Ottimo esordio per la Jonica che esce indenne dal difficile campo di Giarre, contro un avversario blasonato e in uno stadio che ha scritto la storia del calcio siciliano. Vigilia difficile il tecnico ospite Mimmo Moschella, che ha dovuto fare i conti con diversi infortuni e squalifiche.

Jonica e Terme Vigliatore

Jonica e Terme Vigliatore premiate per l’approdo in Eccellenza all’Oscar del Calcio di MessinaSportiva

Mettere undici uomini in campo non e’ stata cosa facile ma l’audacia della panchina giallorossa alla fine e’ stata premiata con un pari che vale oro conquistato al primo impatto con una nuova categoria. Assenti Loria, Arigo’ e Manuli per squalifica, Galletta, Smiroldo e Campagna per infortunio e Lombardo e Marchiafava per indisponibilità. Moschella schierava, dunque, un undici inedito. Difesa a tre con Peppe Savoca sul centro destra, Sanfilippo al centro ed Herasymenko sul centro sinistra. I due esterni a tutto campo erano Francesco Ferraro a destra ed Alessandro Saglimbeni a sinistra. Centrocampo a tre con il giovanissimo Mifa interno destro, Monaco motronomo e Cambria mezzo sinistro. Il nuovo acquisto Lillo Cardia in appoggio al puntero Corrado La Forgia. L’avvio gara vedeva gli ospiti contratti che subivano la pressione della nuova dimensione sportiva. Il Giarre ne approfittava e chiudeva la Jonica nella propria metà campo. Era una supremazia sterile con l’attento Luca Potenza che veniva impegnato solo con tiri da fuori. Piano piano i giovani cari al Presidente Saglimbene uscivano e rompevano il ghiaccio e per due volte sfioravano il vantaggio. La prima con Francesco Ferraro che girava alto dal limite dell’area e la secondo con La Forgia che arrivava un secondo dopo su assist del funambolico Alessandro Saglimbeni. Al minuto 23 il tecnico di casa Coppa sostituisce Arena con Mento. La ripresa vedeva una Jonica più pimpante che prendeva coraggio nonostante Herasymenko era dolorante per un colpo subito all’orbita oculare. Al quindicesimo Francesco Ferraro lanciava Corrado La Forgia che si trovava a tu per tu con Colonna e gli sparava il pallone addosso.

Jonica Moschella staff

La Jonica esordirà in Eccellenza con lo stesso staff tecnico, a partire da Mimmo Moschella

Mentre i due allenatori si cimentavano in una girandola di sostituzioni, la gara registrava pochi sussulti. In pieno recupero il subentrato Alessio Savoca su una ripartenza si involava sulla sinistra ed a pochi passi dal portiere avversario non riusciva a superarlo. Per la cronaca entravano nel Giarre Marzone, Tribulato e Tomarchio per D’arrigo, Ambra ed Aleo. Nella Jonica al 30′ Alessio Savoca subentrava a Cardia, infortunato. Al 35′ Nino Garufi faceva rifiatare un esausto Saglimbeni, al 40′ toccava a Bartorilla su Cambria, al 44′ il neo acquisto Tomas Maimone prendeva il posto di La Forgia. Chiudeva il tourbillon di cambi il giovanissimo Giannetto che sostituiva Mifa al 48′. Scorrevano i titoli,di coda per una gara, risultato a parte, che dà fiducia al gruppo. Un gruppo giovane reso in questa circostanza ancor più giovane dalle numerose défaillance che hanno turbato il pregara del Santa Teresa. Molto bene gli Juniores con Peppe Savoca deciso e sempre a tempo sull’avversario, Francesco Ferraro che si e’ subito calato nella nuova dimensione senza soffrirne. Samuele Mifa all’improvviso in campo e’ cresciuto col,passar dei minuti e nel secondo tempo ha preso fiducia. Solita sicurezza nel reparto arretrato col duo Sanfilippo – Herasymenko sempre super affidabili. A sinistra Alessio Saglimbeni ha dimostrato di avere quantità e qualità. A centrocampo gli equilibri sono stati determinati con Cardia che ha fatto da collante con l’unica punta Corrado La Forgia . Il ritorno domenica a prossima Santa Teresa.

GIARRE – JONICA 0-0
GIARRE: Colonna, D’arrigo, Aidala, Ambra, Filistad, Trovato, Curcuruto, Arena, Frittitta, Aleo,Nicolosi. All.: Coppa
JONICA: Potenza, Savoca G., Sanglimbeni, Herasymenko, Sanfilippo, Mifa, Ferraro, Cambria, La Forgia, Cardia, Monaco. All.: Moschella
Arbitro: Staiti di Catania

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti