Coppa Italia, il Cdm cala il tris al Terme Vigliatore e ipoteca i quarti

La gioia sfrenata dei giocatori del Città di Messina

Con un secco 3-0 ai danni del Terme Vigliatore il Città di Messina fa sua l’andata degli ottavi di finale di Coppa Italia e pone una seria ipoteca sulla qualificazione al prossimo turno della competizione. I giallorossi ingranano la marcia più alta già ad inizio primo tempo. Al 13′ Arigò ruba palla a Benenati e insacca,  per poi ripetersi appena due minuti più tardi aggiustando di piatto un corner battuto da Amante. Secondo tempo in scioltezza per la formazione di casa che cala il tris con Amante al 53′ e controlla senza troppi problemi fino al fischio finale.

Città di Messina

Città di Messina

Cronaca Nello Basile stravolge di poco la formazione titolare. Tra i pali Maisano sostitusice Simoni, in difesa torna Bombara, out in campionato per squalifica, formando la coppia centrale con Leo, sugli esterni Fragapane e Tiano. Al centrocampo la solita coppia Arena – Cardia con Ginagò spostato sulla destra. In attacco tridente formato da Codagnone, Arigò e Amante.

Parte forte il Città di Messina. Al 3′ Codagnone tenta di beffare l’esperto Adamo, 44 primavere per lui, con un tocco morbido, ma il pallone di spegne sul fondo. Al 10′ bella conclusione di Cardia che calcia al volo dopo la ribattuta della difesa, tiro troppo centrale. Al 13′ i peloritani trovano il gol: Arigò ruba palla a Benenati e insacca. Due minuti più tardi il fantasista ex Rocca di Caprileone si ripete aggiustando di piatto un corner battuto da Amante. Al 20′ Codagnone ha sui piedi la palla del 3-0, ma si lascia ipnotizzare dall’uscita del portiere avversario. Al 36′ ci prova Amante su passaggio di Arena, conclusione troppo prevedibile. Al 40′ primo cambio per il Città di Messina: Fragapane accusa un lieve dolore muscolare e lascia il campo ad Andaloro. Al 44′ si vedono per la prima volta gli ospiti con un tiro a giro di Genovese che sfiora il palo.

Il Città di Messina in attacco

Il Città di Messina in attacco

Alla prima azione offensiva della ripresa il Città di Messina cala il tris, Arena lancia per Amante che controlla e supera Adamo. Al 56′ ci prova Leo dalla distanza, sfera alta sopra la traversa. Al 57′ secondo cambio per i padroni di casa: fuori Amante dentro Libro. Al 60 si rivede il Terme Vigliatore con un’iniziativa di Bertuccio che conquista il pallone e calcia a fil di palo. Al 71′ bel lancio di Cardia per Libro che sfonda in area dalla destra e conclude verso la porta avversaria senza però trovare lo specchio della porta. Dieci minuti dopo ci riprova Cardia con un calcio di punizione che si spegne a pochi centimetri dall’incrocio. All’88’ il Città di Messina sfiora il poker: Libro mette al centro per l’accorrente Arena, ma Scardino riesce a spazzare via a pochi passi dalla porta.

Esultanza Città di Messina

Esultanza Città di Messina

Il Città di Messina mette in tasca il biglietto per i quarti di finale, ma ci sarà comunque da prestare la massima attenzione nella gara di ritorno, in programma mercoledì 30 novembre. La squadra di Basile tornerà in campo domani per continuare la preparazione in vista dello scontro diretto di sabato con il Camaro.

Il tabellino

Città di Messina – Terme Vigliatore 3-0

Città di Messina: Maisano, Tiano, Fragapane (40′ Andaloro), Cardia, Leo, Bombara, Ginagò, Arena, Codagnone, Arigò (64′ Mancuso), Amante (57′ Libro). Allenatore: Nello Basile

Terme Vigliatore: Adamo, Torre (49′ Costa) , Siracusa, Cagigi (77′ Biscari), Benenati, Scardino, Bartuccio, Battaglia, Mandanici, Genovese, Diacono (40′ La Macchia). Allenatore: Giuseppe Alizzi

Arbitro: Fabrizio Arcidiacono di Acireale. Assistenti: Giuseppe Visalli e Salvatore Totaro entrambi di Messina.

Ammoniti: Arena (CdM), Cagigi, Mandanici, Genovese (T)

Recupero: 1’pt, 4’st

Commenta su Facebook

commenti