Coppa Italia: al “Marullo” il derby di ritorno tra Camaro e Città di Messina

Dopo il successo di misura ottenuto in trasferta nella gara di andata, il Camaro cercherà al “Marullo” la qualificazione agli ottavi. Venti i convocati, calcio d’inizio alle 14.30.

Con il morale finalmente più alto grazie al primo successo centrato in campionato sul Merì, il Camaro è pronto per tornare a concentrarsi sulla Coppa Italia. Al “Marullo” è in programma la partita di ritorno dei sedicesimi di finale contro il Città di Messina. Si riparte dalla 0-1 firmato Alessandro Bonamonte nel match di andata. I neroverdi, per accedere agli ottavi, potranno dunque contare su due risultati su tre ma l’incontro va preparato con la dovuta attenzione anche in considerazione dell’ottimo momento di forma dell’avversario guidato da Roberto Pasca.
Per l’incontro di Coppa il tecnico Ciccio Romeo dovrà fare a meno di diversi elementi: ai lungodegenti Fiorito e Bonaccorso si uniscono infatti i centrocampisti De Maria (infortunio al collaterale), Durante (problema al polpaccio), Russo (frattura al polso) e Lombardo, indisponibile per motivi personali. Rientra in gruppo l’attaccante Santi Mangano, che ha smaltito i problemi muscolari che lo hanno tenuto fuori dal campo nelle ultime settimane.
Al “Marullo” calcio d’inizio alle 14.30. Dirigerà l’incontro Antonino La Rosa di Barcellona Pozzo di Gotto, arbitro che in questa stagione ha diretto la gara d’esordio in campionato del Camaro sul campo del Sinagra; assistenti Francesco Cacciola e Dario Testaì, entrambi della sezione di Catania.

Venti i calciatori del Camaro convocati per l’occasione, di seguito l’elenco completo:
Portieri: Antonino La Fauci, Alessandro Nastasi.
Difensori: Fabio Amodeo, Domenico Comandè, Christian De Caro, Giuseppe Lauro, Alberto Mondello, Daniele Porcino, Andrea Puzone.
Centrocampisti: Alessandro Bonamonte, Antonio Bonamonte, Alberto Cappello, Pa Keita, Raffaele Marchese.
Attaccanti: Rodolfo Crimi, Davide Fugazzotto, Fabio La Rocca, Santi Mangano, Davide Rifici, Vincenzo Scarantino.

Commenta su Facebook

commenti