Con il “Basket for Children” vincono solidarietà e integrazione

TorneiLa locandina del nono "Basket for Children"

Sono state due intense e splendide giornate presso i campetti messi a gentile disposizione dall’Istituto Ignatianum.  Le generose offerte sono state di 550 euro ed andranno interamente ai bambini della scuola Holy Angels nel villaggio di Umueme (Nigeria).

Un benefattore anonimo ha inoltre rinnovato l’adozione del piccolo Oguzie Christian Chidiebere e grazie alla sua donazione di 400 euro, non solo permetterà al piccolo Oguzie di continuare a frequentare per un anno la scuola, ma aiuterà anche altri bambini, permettendo loro di crescere ed imparare in un ambiente sano e pulito.

Gold School

I giocatori della Gold School

Un’altra bellissima notizia è legata alla raccolta alimentare, che ha permesso agli organizzatori di portare agli splendidi Amici di Madre Teresa attivi nella stazione di Messina due cassette piene di succhi di frutta e due borse piene di generi di prima necessità.

Ringraziamenti per i giornalisti di SiciliaBasket.it, per la Croce Rossa Italiana che si è  soffermata per riflettere sull’importanza della donazione sangue specialmente nel periodo estivo. L’associazione Culturale Arb ha permesso di capire l’importanza della condivisione e dell’integrazione; la società di Baskin messinese ha offerto la possibilità di giocareuna pallacanestro ancora poco conosciuta ma colma di passione e amore.

La società di serie A di Trento, nonostante la grande distanza, ha dato fiducia ed ha spedito dei bellissimi gadget che sono stati distribuiti in base alle votazioni, non basate su chi abbia vinto più partite, ma a chi si è distinto durante il torneo, per grinta, sportività, correttezza e passione, dentro e fuori dal campo. Ringraziamenti per la categoria Gold School che si è esibita in un piacevole 5 vs 5 a tutto campo.

Baskin Messina

Foto di gruppo per il Baskin Messina

Gli organizzatori hanno voluto infine ringraziare tutti i giocatori e non, che mettendo a disposizione i propri doni e talenti, hanno preparato la locandina, buonissimi dolci, scattato bellissime foto (ancora non sono tutte, presto ve ne faremo vedere di altre stupende), arbitrato le partite, segnato punti, tenuto il tempo, siete passati per un saluto veloce ed una piccola donazione. Non esistono limiti, distanze, differenze, quando si è uniti dai valori di uno sport come la pallacanestro.

Gli organizzatori hanno chiarito infine che per conoscere meglio la missione “Amici dei Santi Angeli” attivi in Nigeria è possibile contattarli per avere una copia del giornale annuale “Agape”, in cui viene spiegato meglio quanto attuato e quanto ancora da fare. Si può anche visitare il sito www.misolida.org. Gli Amici di Madre Teresa sono attivi anche nella stazione ferroviaria di Messina, dove offrono un pasto ristoratore e un sorriso a chi ne ha bisogno.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti