Colpi esterni di Reggina e Salernitana. Sei pareggi e tanto equilibrio

Mendicino

Nessuna squadra a punteggio pieno dopo le prime due giornate nel girone C di Lega Pro. Ben sei i pareggi, a testimonianza dell’equilibrio che regna alla luce di quanto visto negli iniziali 180′. Turno aperto dall’1-1 di venerdì sera tra Benevento e Catanzaro. Al gol di Scognamiglio, segnato dai sanniti al 37′ del primo tempo sugli sviluppi di un corner, ha risposto per i calabresi Pagano al 12′ della ripresa con una potente conclusione. Convincente prova della Reggina, prossima avversaria del Messina nel derby dello Stretto, che espugna il “Marcello Torre” di Pagani. Dopo che il primo tempo si era chiuso a reti inviolate, amaranto in vantaggio al 7′ della ripresa con una prodezza di Dall’Oglio bravo, direttamente da corner, a beffare Marruocco. Il raddoppio matura al 21′ ad opera di Roberto Insigne, al terzo centro in due gare. Il talento scuola Napoli deposita in fondo al sacco su assist di Di Lorenzo. Nel finale la squadra di Cuoghi trova il gol dell’1-2 con Deli, al 41′ sugli sviluppi di un angolo, ma non riesce ad evitare il ko. Colpo esterno della Salernitana, impostasi in rimonta per 1-2 a Martina Franca. Al “Tursi”, dopo un primo tempo avaro di emozioni, i padroni di casa passano a condurre al 24′ della ripresa grazie ad un gran gol di Pellecchia. Successivamente si fa cacciare De Giorgi, reo di un fallo da ultimo uomo e la squadra di Menichini ne approfitta. Al 38′ Calil su rigore fa 1-1, trasformando il penalty concesso per l’intervento di Tomi su Nalini. E’ poi Mendicino, in pieno recupero, al 46′, a firmare di testa la vittoria insaccando su cross di Franco.

Il "Via del Mare" di Lecce

Il “Via del Mare” di Lecce

Clamorosa beffa per la Casertana, raggiunta sul 2-2 allo scadere dall’Aversa Normanna. Murolo al 16’ confeziona l’1-0 per i rossoblù. Al 6’ della ripresa il pari dell’ex giallorosso De Vena su rigore, che lui stesso si era procurato provocando anche l’espulsione di Idda. Al 9’ il nuovo vantaggio dei “falchetti” con Diakite. Quando per la compagine di Gregucci sembra fatta, al 5’ di recupero Carbonaro risolve in mischia, riequilibrando le sorti dell’incontro. Cinquemila spettatori per la prima casalinga del Lecce, vittorioso di misura (1-0) sul Barletta. Al 5’ del secondo tempo il gol partita di Della Rocca, su imbeccata di Moscardelli. Salentini in dieci nel finale per il rosso a Donida per doppia ammonizione. A Castellammare 1-1 tra Juve Stabia e Matera, nella gara apertasi con il curioso siparietto legato alle maglie. La nera dei lucani si confondeva, infatti, con il retro blu di quella dei padroni di casa. Così gli ospiti hanno indossato la seconda casacca degli avversari, interamente bianca, mettendola alla rovescia e facendo stampare i numeri in extremis. Nel primo tempo Ripa, al 26′, sblocca il risultato per la Juve Stabia. Al 7′ della ripresa il pareggio della squadra di Auteri ad opera di Letizia, a segno su pallonetto sfruttando l’involontario assist di testa di Cancellotti, autore di una disattenzione clamorosa.

Calderini del Cosenza, autore di una doppietta

Calderini del Cosenza, autore di una doppietta

Risultato a reti bianche tra Melfi ed Ischia all’Arturo Valerio. Pareggio tutto sommato giusto, con i campani che hanno sfiorato il gol nel primo tempo con Bacio Terracino e De Agostini, mentre i locali hanno centrato una traversa con Dermaku. Esordio in maglia gialloverde per l’ex messinese Caturano che nella seconda parte ha anche sfiorato la marcatura colpendo un palo. Nel finale l’espulsione tra i padroni di casa di Tundo per somma di ammonizioni. Pareggio, invece, spettacolare tra Cosenza e Foggia al “San Vito”. Pugliesi in vantaggio al 28′ con Agnelli, lesto a ribadire in rete dopo il palo di Allocco. Raddoppio al 41′ con un diagonale del solito Iemmello. Quando il Foggia sembra aver chiuso il match, al 13′ della ripresa i silani si rifanno sotto grazie al centro di Calderini. L’espulsione di Quinto costringe i “satanelli” all’inferiorità numerica. Il Cosenza, così, trova il pareggio ancora con Calderini che al 24′ trasforma un penalty concesso per un fallo di mano di Gerbo e sigla il 2-2. Al “D’Ippolito” netta vittoria della Vigor Lamezia: 3-1 sul Savoia. Al 6′ biancoverdi a bersaglio su punizione con Montella. Gli ospiti al 15′ trovano però il pareggio firmato da Di Piazza. Al 37′ Vigor di nuovo avanti con Scarsella e match in discesa per gli uomini di Erra. Di Del Sante, al 12′ della ripresa sugli sviluppi di un corner, la marcatura del definitivo 3-1.

Erra, allenatore della Vigor Lamezia

Erra, allenatore della Vigor Lamezia

Risultati 2. giornata: Benevento-Catanzaro 1-1, Casertana-Aversa Normanna 2-2, Cosenza-Foggia 2-2, Juve Stabia-Matera 1-1, Lecce-Barletta 1-0, Martina-Salernitana 1-2, Melfi-Ischia 0-0, Messina-Lupa Roma 2-2, Paganese-Reggina 1-2, Vigor Lamezia-Savoia 3-1.

Classifica: Catanzaro, Benevento, Vigor Lamezia, Lupa Roma, Salernitana, Reggina 4; Foggia (-1), Lecce, Barletta 3; Cosenza, Melfi, Matera, Casertana, Aversa Normanna 2; Messina, Ischia, Juve Stabia, Paganese, Savoia 1; Martina 0.

Prossimo turno: Barletta-Cosenza sabato ore 17, Casertana-Juve Stabia sabato ore 19.30, Catanzaro-Martina sabato ore 16, Matera-Lecce sabato ore 15, Foggia-Melfi venerdì ore 19.30, Ischia-Vigor Lamezia sabato ore 14.30, Lupa Roma-Paganese domenica ore 14.30, Reggina-Messina domenica ore 18, Salernitana-Aversa domenica ore 11, Savoia-Benevento domenica ore 16.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com