Città di Messina, Silvestri: ”Giarre osso duro. Nostro primato costruito poco a poco”

SilvestriSilvestri in azione con la maglia del Città di Messina

Il Città di Messina prosegue la sua cavalcata trionfale. La formazione peloritana ha raggiunto la vittoria per l’ottava volta consecutiva, superando in rimonta un buon Catania S.Pio X nello scorso week-end. E nelle fila dei peloritani spicca  Sergio Silvestri, centrocampista classe ’99 che si è stabilmente imposto nella formazione di mister Furnari: ”Scendere in campo con addosso questa maglia – commenta  Silvestri – significa molto per me. 

Un undici titolare del Città di Messina, capolista in Eccellenza

Per adesso sto giocando io ma tutti gli under della squadra sono validi. Non importa chi gioca di più, per tutti noi l’unica cosa che conta è il risultato. Quanto alla San Pio X, in settimana avevamo preparato la partita consapevoli del fatto che potevano metterci in difficoltà. Non pensavamo di andare sotto ma nel calcio ovviamente può accadere qualsiasi cosa. Abbiamo subito lo svantaggio ma siamo stati bravi nel secondo tempo ribaltando il risultato”. 
Il giovane centrocampista ha anche parlato del prossimo duro impegno del Città che, domani pomeriggio al Regionale, affronterà un lanciatissimo Giarre reduce, come i peloritani, da otto vittorie di fila: ”Sappiamo che avremo davanti un’ottima squadra che, come noi, viene da otto successi consecutivi. Prepareremo al meglio la gara, pronti a giocarci la nostra partita e portare il risultato a casa”.
Ed in settimana lo sguardo non può che posarsi sulla classifica, che vede il Città di Messina sempre più saldo in testa:”Non pensavamo di poter raggiungere questo picco di vittorie. Siamo sempre stati con i piedi per terra – afferma – e dopo l’ultimo pareggio conquistato a Scordia la nostra mentalità non è cambiata. Diamo sempre il massimo negli allenamenti, i risultati sono maturati gara dopo gara”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti