Il Città di Messina grazie a Cammaroto strappa un pari prezioso a Torrecuso

Cammaroto subito decisivo al rientro dalla squalifica

Gara dalle tante emozioni allo stadio “Ocone”. I padroni di casa sbloccano il punteggio già al 7′ con La Cava. Al 14′ il Città di Messina potrebbe pareggiare ma Vella fallisce un calcio di rigore facendosi fermare dalla respinta del portiere. Il Torrecuso sfiora il raddoppio prima dell’intervallo ma nella ripresa gli ospiti crescono e, complice anche la superiorità numerica (al 12′ del secondo tempo espulso Carrato), sfiorano il pari in più occasioni. Nel finale è Portovenero a conquistare il secondo penalty di giornata: dagli undici metri Cammaroto è freddo e sigla l’1-1.

Cammaroto subito decisivo al rientro dalla squalifica

Cammaroto subito decisivo al rientro dalla squalifica

Il Città di Messina riesce sul filo di lana a strappare un punto sul campo del Torrecuso e a uscire indenne da un campo difficile come quello di Ponte. La squadra di casa va in vantaggio in avvio di gara con La Cava, gli ospiti reagiscono ma falliscono l’ennesimo rigore (il quarto consecutivo in campionato) con Vella e, nel corso del primo tempo, rischiano di incassare anche il 2-0. Nella ripresa i campani restano in dieci per l’espulsione di Carrato al 12′ e il Città di Messina si riversa in avanti a caccia del pari. Dopo avere collezionato diverse occasioni da gol, gli ospiti trovano il pari nel finale grazie al secondo rigore di giornata concesso alla squadra di Laganà: a procurarselo è Portovenero, a trasformare con freddezza è Cammaroto.

La Cronaca – Laganà deve fare i conti con numerose assenze (out Munafò, Seck, Cucè, Trovato, Pino, Parachì e Puzone) ma ritrova Camarda, Santamaria e Manfrè e si affida al 4-3-1-2: in porta torna Fazzino, in difesa Dombrovoschi, Cammaroto, Frassica e Brancato, a centrocampo Cappello, Santamaria e Costa, Camarda sulla trequarti, Vella e Manfrè in avanti.

Parte forte il Torrecuso ma il primo tiro in porta è del Città di Messina: Vella calcia dal limite, il portiere Minichiello blocca sicuro. I padroni di casa passano in vantaggio, invece, al primo affondo pericoloso: Fazzino respinge una prima conclusione di La Cava, Aracri rimette in mezzo il pallone per lo stesso centravanti che, da distanza ravvicinata, non sbaglia. Al 10′ il Torrecuso, sugli sviluppi di un corner, ci riprova: cross di Lopetrone da sinistra e colpo di testa di Conti, palla di poco a lato. Al 14′ grande chance per gli ospiti: Vella lancia Costa, steso in area da Lopetrone; l’arbitro Cataldo indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Vella, il suo tiro è poco angolato e Minichiello, che si era tuffato sulla propria sinistra, riesce ad intercettare di piede il pallone. Per il Città di Messina prosegue la maledizione dei rigori: quello di Vella è il quarto penalty consecutivo fallito in campionato. Il Torrecuso, scampato il pericolo, si rituffa in avanti e al 18′ Carrato, dopo un’azione personale, calcia alto di poco. Tra il 22′ e il 24′ due tentativi di Diego Zerillo: l’esterno campano prima calcia a lato dopo un buon inserimento da destra, poi di testa trova Fazzino a dirgli di no. La squadra di casa insiste e al 27′, sul lancio di Lopetrone, Conti in spaccata non centra la porta da posizione favorevole. Alla mezzora Camarda prova a sorprendere il portiere avversario ma il suo destro dai 30 metri termina a lato. Nel finale di primo tempo altre due buone chance per i padroni di casa: al 39′ cross di Carrato, Frassica allontana di testa, sulla sfera si fionda Matteo Zerillo che calcia al volo sfiorando il palo; lo stesso numero 11 ci riprova un minuto più tardi sfiorando la traversa. Prima dell’intervallo tentativo dalla distanza di Dombrovoschi e palla sul fondo. Si va al riposo con il punteggio sull’1-0.

Il Città di Messina inizia con un buon piglio la ripresa e all’11′ è Camarda a cercare la porta su punizione da posizione laterale ma il suo tiro finisce oltre la traversa. Al 12′ duro intervento a centrocampo di Carrato su Cappello e cartellino rosso per il centrocampista di casa. Sulla punizione che segue, battuta da Camarda, colpo di testa di Cammaroto e parata a terra di Minichiello. È un buon Città di Messina in questa fase e Vella ci riprova per due volte da fuori, senza inquadrare la porta, tra il 17′ e il 19′. Al 22′ primo cambio per Laganà, che inserisce Portovenero per Costa. Al 23′ ammonito Brancato: il difensore era diffidato, per lui scatterà la squalifica. Gli ospiti continuano a spingere e al 25′, sul cross da sinistra di Santamaria, Manfrè viene anticipato da Minichiello.  Due minuti più tardi splendida giocata di Cappello, che si esibisce in una spettacolare rovesciata in area di rigore mandando il pallone a pochi centimetri dal palo alla destra del portiere. Il Torrecuso fatica ma al 28′ in contropiede potrebbe raddoppiare: Diego Zerillo si invola verso Fazzino, bravissimo in uscita a chiudere lo specchio della propria porta e a sventare il pericolo. Al 35′ Laganà opera la sua seconda sostituzione inserendo l’attaccante Galletta per il difensore Brancato. Al 37′ i padroni di casa ci provano su punizione: il tiro di Petti finisce fuori di poco. Al 43′ l’episodio che cambia la storia dell’incontro: Portovenero si incunea da sinistra in area avversaria, punta la porta e prova a dribblare  Minichiello, che lo stende inducendo l’arbitro a concedere il secondo penalty di giornata e ad espellere il portiere. Dopo le veementi proteste dei padroni di casa, è Cammaroto ad incaricarsi della trasformazione quando i tempi regolamentari si avviano al termine: il difensore è freddissimo dal dischetto, spiazza Errico (subentrato nell’occasione), sfata la maledizione dei rigori e firma l’1-1. Nei minuti finali il Città di Messina prova a sfruttare la doppia superiorità numerica. Al 50′ Cammaroto cerca la clamorosa doppietta con un destro dalla distanza che non inquadra il bersaglio. Al 51′ l’ultima occasione capita a Manfrè: l’attaccante riceve al limite dell’area, si accentra e calcia, il suo destro è deviato da un avversario prima di finire tra le braccia del portiere. 1-1 il finale. Città di Messina a quota 29 punti. Nel prossimo turno importante confronto interno con il Rende, attualmente tre punti avanti rispetto alla formazione di Laganà.

Il Tabellino – Torrecuso – Città di Messina 1-1
Marcatori: 7′ pt La Cava (T), 45′ st Cammaroto (CdM) su rigore.
Torrecuso: Minichiello, Furno, Improta, Lopetrone, Conti, Petti, D. Zerillo (45′ st Errico), Carrato, La Cava, Aracri, M. Zerillo (17′ st Colarusso). In panchina: Zambardino, Barone, Santillo, Cavezza, Valeriani, Al. Errico, Rillo. Allenatore: Silvano Fiorucci.
Città di Messina: Fazzino, Dombrovoschi, Brancato (35′ st Galletta), Santamaria, Cammaroto, Frassica, Cappello, Costa (22′ st Portovenero), Manfrè, Camarda, Vella (46′ st Ballaró). In panchina: Fazzino, Fragapane, Busà, De Salvo, Calogero, Bonamonte. Allenatore: Gianfranco Laganà.
Arbitro: Cosimo Cataldo della sezione di Bergamo.
Assistenti: Pasquale Martinelli e Marco Capolupo della sezione di Matera.
Note – Ammoniti: 14′ pt Lopetrone (T), 42′ pt Costa (CdM), 5′ st Improta (T), 15′ st Aracri (T), 21′ st M. Zerillo (T), 23′ st Brancato (CdM), 34′ st D. Zerillo (T), 48′ st Portovenero. Espulsi: 12′ st Carrato (T), 43′ st Minichiello (T). Recupero: 2′ pt, 6′ st.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com