Città di Messina, test con quattro gol. Laganà: “Ce la giocheremo sino in fondo”

Lagana, allenatore del Città di Messina. Foto Isolino

Consueta partitella infrasettimanale per il Città di Messina, in campo giovedì pomeriggio sul manto erboso del “Giovanni Celeste”. La squadra di Gianfranco Laganà prepara il match interno di domenica contro la Cavese. Per l’ultima gara casalinga della stagione regolare il tecnico messinese dovrà rinunciare certamente al vice capitano Giovanni Cammaroto: il difensore, nel corso dell’ultimo match di campionato giocato contro il Pomigliano, si è infatti procurato un infortunio al ginocchio e, in attesa di nuovi accertamenti, non potrà scendere in campo. Sicuro assente anche il centrocampista Alessandro Bonamonte, squalificato per un turno dal giudice sportivo. Da valutare, inoltre, le condizioni dei centrocampisti Davide Santamaria e Giuseppe Cucè: entrambi fanno i conti con dei fastidi muscolari e oggi pomeriggio hanno svolto un lavoro differenziato. Le notizie positive riguardano, invece, Maurizio Vella: l’attaccante, assente domenica scorsa per un infortunio all’adduttore, è stato impiegato regolarmente in partitella e con ogni probabilità sarà disponibile per il prossimo incontro di campionato. Rientrato in gruppo anche Andrea Parachì, assente nelle ultime settimane per un problema al ginocchio.

Maurizio Vella, tornato a disposizione

Maurizio Vella, tornato a disposizione

Il test in famiglia si è chiuso sul 4-0 in favore della squadra in casacca arancione. Occasione utile per provare uomini e schemi in vista del confronto di domenica con la Cavese. Le reti sono state realizzate dagli esterni Alberto Cappello e Salvatore Trovato, autori di due gol ciascuno. Dopo la seduta mattutina di venerdì, come di consueto, la rifinitura del sabato. Il tecnico Gianfranco Laganà ha commentato così l’ultima prova della sua squadra (l’1-1 di Pomigliano nel turno pre-pasquale, ndr), proiettandosi sul rush finale: “A Pomigliano non siamo stati bravi ad approfittare della superiorità numerica. I campani si sono saputi difendere bene, ripartendo in contropiede. Non so se si è trattato di un pareggio positivo, ma va tenuto conto che abbiamo affrontato l’ennesima battaglia. I ragazzi sono stremati, però siamo ancora vivi e ce la giocheremo sino in fondo. Vedremo cosa accadrà nel finale di stagione, speriamo nella salvezza ai playout”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com