Città, Furnari: “Prestazione di carattere. Nicosia e Santoro crescono bene”

Giuseppe FurnariGiuseppe Furnari è tornato sulla panchina del Città di Messina

Il Città di Messina si rilancia. Il 2-0 all’Acireale è linfa vitale per i giallorossi, che hanno guadagnato una posizione nella griglia playout (Roccella agganciato a quota 31, scavalcato il Locri) e distanziato il Rotonda.

Questa l’analisi del tecnico Giuseppe Furnari: “Sapevamo di dover portare a casa il risultato e fortunatamente ci siamo riusciti. La vittoria mancava da troppo tempo, quindi non posso che essere soddisfatto. I ragazzi sono stati molto determinati in campo, contro una squadra ricca di qualità e che fino all’ultimo minuto non ha mollato la presa. Non abbiamo sbagliato nulla, si tratta di un ottimo segnale e mi auguro che la squadra possa ripetere simili prestazioni in questo finale di stagione”.

Nicosia

Nicosia celebra con i compagni la sua prima rete (foto Omar Menolascina)

Due prime volte a timbrare il successo: “Sono molto contento per i primi gol di Nicosia e Santoro – ha proseguito Furnari – due under che quest’anno hanno sicuramente rinforzato la rosa. La loro crescita, come quella di tutti gli juniores, è esponenziale. Stiamo facendo un ottimo lavoro e sono soddisfatto soprattutto per Nunzio, che ad inizio anno aveva trovato poco spazio anche per alcuni problemi fisici e che adesso si sta imponendo benissimo come titolare. Ha ancora ampi margini di miglioramento e spero potrà continuare a darci una grossa mano”.

E dire che il penalty sbagliato sullo 0-0 poteva rappresentare una mazzata per il morale. “Il calcio di rigore fallito da Cangemi è stato una botta per noi. Ci ha un po’ spiazzati, ma non ho nulla da rimproverare ad Alessandro. Ha scelto di calciare in quel modo e secondo me è stato solo sfortunato. Succede anche questo nel calcio: i rigori si possono sbagliare a prescindere da come vengano calciati. Ci vuole una forte personalità per prendere determinate decisioni e sicuramente lui ha molto carattere. L’ha dimostrato sul campo, non si è lasciato distrarre dall’errore e ha mantenuto sempre la concentrazione”.

Sebastiano Paterniti

Sebastiano Paterniti opera un rinvio (foto Omar Menolascina)

Nel prossimo turno il Città di Messina sarà opposto alla Turris, seconda in classifica. Un cliente tra i più scomodi possibili, che si è riportato a -8 dal Bari (nonostante due punti di penalizzazione): “La gara in Campania sarà molto complicata. Loro sono secondi in classifica e nonostante abbiano un ampio vantaggio sulle altre non vorranno lasciare punti. Ormai non c’è più tempo per i calcoli e l’unico obiettivo resta quello di fare punti, considerato che la classifica ce lo impone. Abbiamo lasciato troppo lungo la strada, non vogliamo chiudere male la stagione. C’è ancora una lotta apertissima per la salvezza, dobbiamo avere la costanza e la voglia di fare punti nelle ultime quattro partite che ci restano”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti