Città di Messina ko, l’Orlandina passa al "Celeste" e sale in seconda posizione (4 VIDEO)

Domenica sfortunata per il Città di Messina, che non riesce a dar seguito ai recenti risultati positivi e viene sconfitto tra le mura amiche. All’11′ gli ospiti vanno in vantaggio con Frisenda, approfittando di una disattenzione della difesa di casa. La formazione di Di Maria reagisce e crea diverse occasioni senza però riuscire a riequilibrare il match. La rete dello 0-2, realizzata da Crinò al 20′ della ripresa, rende ancor più complicato il compito di Camarda e compagni che, pur provandoci con generosità fino alla fine, sono costretti ad incassare il ko. 
I centrocampisti Cucè e Martusciello, tra le liete rivelazioni dell’Orlandina, si sfidano sulla corsia esterna (scatto Giovanni Isolino)
Il Città di Messina incappa nella prima sconfitta interna di campionato e interrompe la mini-serie positiva coincisa con il pari casalingo contro l’Agropoli ed il successo centrato a Vibo Valentia. L’Orlandina si impone al “Celeste” con un gol per tempo. La squadra di Gaetano Di Maria può rammaricarsi per le disattenzioni che hanno portato alle reti degli avversari e per le varie occasioni fallite sotto porta. Gli ospiti sbloccano il punteggio in avvio di primo tempo grazie a Frisenda, freddo a tu per tu con Fazzino dopo un errore in fase di disimpegno della difesa del Città di Messina. I padroni di casa ci provano ma, tra salvataggi sulla linea, imprecisione al tiro e parate del portiere, non riescono a metterla dentro. L’Orlandina, invece, sfrutta bene il contropiede e con Crinò fa 0-2 al 20′ del secondo tempo. E a nulla valgono anche gli assalti finali, con gli avversari rimasti in dieci uomini per il rosso rimediato da Gatto al 25′. Nel finale espulso anche Di Maria. 
La Cronaca – Di Maria conferma per la terza gara consecutiva l’undici che si è ben disimpegnato nelle ultime gare di campionato: 4-3-1-2 con Fazzino in porta, Brancato, Cammaroto, Nastasi e Trovato in difesa, Cucè, Seck e Munafò a centrocampo, Camarda alle spalle della coppia Vella – Manfrè. E’ l’Orlandina di Raffaele (il cui marchio di fabbrica resta la difesa, che vanta appena un gol al passivo dopo quattro giornate) a fare la partita in avvio e a rendersi pericolosa già al 6′: il tiro-cross di Crinò da destra attraversa tutta l’area, dalla parte opposta arriva Martusciello che calcia da posizione defilata centrando la parte esterna del palo. All’11′ la squadra di Raffaele passa in vantaggio: un’incomprensione tra Brancato e Seck consente a Crinò di calciare da fuori, il tiro viene deviato e diventa un assist prezioso per Frisenda che da pochi metri non sbaglia. La reazione del Città di Messina non tarda ad arrivare e al 16′ la formazione di Di Maria va vicina al pari: corner di Camarda, colpo di testa di Brancato e provvidenziale salvataggio sulla linea di Crinò. Al 18′ Frisenda va ancora in gol, ma con il gioco già fermo per una segnalazione di offside ai suoi danni. Poco dopo, al 20′, dall’altra parte, è Vella a sfiorare il gol: il suo sinistro dal limite è violentissimo e angolato, il portiere Pandolfo però è bravissimo a distendersi e a deviare in corner. La gara, a questo punto, vive una fase priva di azioni degne di nota per riaccendersi poi nella parte conclusiva del primo tempo. Al 35′ Di Maria effettua il suo primo cambio mandando in campo Buscema, al debutto, per Brancato. Al 40′ termina fuori la deviazione di Frisenda su cross di Crinò. Al 41′ tentativo da fuori di Munafò e palla a lato. Al 44′ Pandolfo è ancora bravo a dire di no al destro a giro di Camarda su punizione dal limite.

Il capitano dell’Orlandina Privitera e l’attaccante del Città di Messina Vella si contendono un possesso (scatto Giovanni Isolino)
Nella ripresa la prima occasione è dei padroni di casa: Camarda innesca Vella, cross da sinistra per Manfrè, anticipato di un soffio da Fascetto al momento della battuta a rete. Al 6′ l’Orlandina prova a pungere in contropiede ma Munafò riesce a chiudere su Crinò lanciato verso la porta di Fazzino, Al 7′ ancora un cambio nel Città di Messina: Bruno rimpiazza Cucè. Al 10′ Manfrè, imbeccato nell’occasione da Camarda, si ritrova davanti a Pandolfo ma viene fermato da una segnalazione di fuorigioco. Al 15′ ancora una chance per il numero 9 di casa, che riceve da Buscema, controlla in area e calcia verso la porta da buona posizione trovando di nuovo l’opposizione di Fascetto. Al 17′ c’è un nuovo, provvidenziale, salvataggio di Crinò, che si oppone con il petto al colpo di testa ravvicinato di Seck a pochi passi dalla linea di porta. Al 20′ arriva però la doccia fredda: Russo, ex dell’incontro, percorre metri a sinistra e lascia partire un cross che attraversa tutta l’area, da destra si inserisce bene Crinò che arriva puntuale all’appuntamento con il pallone e sigla il gol dello 0-2. Di Maria completa i cambi due minuti più tardi inserendo anche Bonamonte per Seck. Lo stesso tecnico messinese al 23′ viene espulso per proteste. Al 25′ ospiti in dieci: Gatto allontana un pallone a gioco fermo e viene ammonito per la seconda volta. Il Città di Messina continua a spingere con generosità ma non trova il guizzo giusto per riaprire l’incontro. Alla mezzora la conclusione da fuori di Camarda è bloccata da Pandolfo. Per l’Orlandina, nel frattempo, si aprono spazi sempre maggiori in contropiede e al 32′ Fazzino deve opporsi alla conclusione ravvicinata di Leo. Nei minuti finali nuovi assalti dei padroni di casa che ci provano ancora al 45′ con Nastasi (colpo di testa a lato) e infine al 47′ con Camarda (punizione dal limite ribattuta dalla barriera). Dopo 5′ di recupero, l’arbitro decreta la fine dell’incontro: 0-2 il punteggio finale. Il Città di Messina incassa così la prima sconfitta interna in campionato e resta a quota 4 punti in classifica, l’Orlandina sale invece a 10 conquistando un’insperata seconda posizione alle spalle del quotato Savoia, unica formazione ancora a punteggio pieno. Domenica prossima trasferta sul campo del Ragusa per i peloritani, mentre i paladini ospiteranno tra le mura amiche il Torrecuso, reduce dalla vittoria nel derby con l’ex capolista Cavese.

Il tabellino
Città di Messina – Orlandina 0-2
Marcatori: 11′ pt Frisenda, 20′ st Crinò.
Città di Messina: Fazzino, Brancato (35′ pt Buscema), Cammaroto, Munafò, Nastasi, Trovato, Cucè (7′ st Bruno), Seck (22′ st Bonamonte), Manfrè, Camarda, Vella. In panchina: Mannino, D’Angelo, Cappello, Portovenero, Fragapane, Costa. Allenatore: Gaetano Di Maria.
Orlandina: Pandolfo, Leo, Russo, Ignazzitto, Calabrese, Fascetto, Martusciello, Privitera (49′ st Mincica), Frisenda (22′ st Cocimano), Gatto, Crinò (42′ st Orioles). In panchina: Caserta, Librizzi, Muccari, Aloe, Kejtaz, Romano. Allenatore: Giuseppe Raffaele.
Arbitro: Luca Colosimo della sezione di Torino.
Assistenti: Rocco Carnevale e Valentino Catallo della sezione di Frosinone.
Ammoniti: 18′ pt Cammaroto (CdM), 32′ pt Seck (CdM), 38′ pt Nastasi (CdM), 9′ st Gatto (O), 27′ st Cocimano (O).
Espulsi: 25′ st Gatto (O) per doppia ammonizione.
Recupero: 3′ pt, 5′ st.

L’ex Mariano Russo vince un contrasto (scatto Giovanni Isolino)

Questa la sintesi della gara tra Città di Messina ed Orlandina:

Questa l’intervista video al tecnico dell’Orlandina Giuseppe Raffaele:
Questa l’intervista video al presidente del Città di Messina Elio Conti Nibali:
Questa l’intervista video al centrocampista del Città di Messina Mirco Camarda:

Commenta su Facebook

commenti