Città, Alessandro: “Settimana di valutazioni. Gli under fanno la differenza in D”

Città di MessinaLa dirigenza del Città di Messina ha accolto i giallorossi

Il direttore sportivo del Città di Messina Angelo Alessandro fa il punto dopo tre giorni di ritiro precampionato: “Questa di Mili è una settimana di valutazioni, perché dobbiamo vedere all’opera alcuni ragazzi che personalmente conosco solo per aver visionato qualche video o per i consigli ricevuti da amici di cui mi fido. Giusto valutarli sul campo, lo dovrà fare il mister con lo staff tecnico”. 

Samuel Portovenero

Samuel Portovenero con la maglia del Città di Messina

Il dirigente peloritano ci ha presentato i quattro acquisti già ufficializzati: Nicosia è un centrocampista classe 2000, Cannino è un esterno, anche lui un 2000, proveniente dal Calcio Sicilia, che ha disputato trenta partite a Castelbuono lo scorso anno. Ferraù e Portovenero già li conosciamo: sono dei giovani promettenti che possono rivalutarsi qui al Città di Messina. Christian non è stato fortunato, è andato in società in cui ha trovato difficoltà di inserimento. Noi lo abbiamo ospitato, abbiamo visto un ragazzo voglioso e con tanta fame. Siamo soddisfatti di questa scelta”.

A fronte di tanti volti nuovi, anche alcune defezioni di rilievo: “Le partenze di Lo Giudice, Leo e Costa? Il rammarico è per tutti quelli che vanno via, perché ci si affeziona. Calcisticamente fa parte del mestiere, ci sono delle scelte sia da parte dei ragazzi che della società. Gli addii sono comunque frequenti nel calcio”.

Cristian Ferraù

Cristian Ferraù con la maglia del Torino

Fondamentale sarà il rendimento degli juniores: “Il campionato di Serie D rispetto all’Eccellenza è di una categoria superiore. Dovremo fare le scelte giuste per gli under, sono loro che fanno la differenza. Quattro giovani in campo per un obbligo regolamentare rappresentano un bel numero, dovremmo averne almeno dodici e stiamo cercando degli elementi interessanti. Il Città di Messina, essendo una matricola, viene ritenuta come una squadra che dovrà salvarsi. Parlare di salvezza non mi piace, dico che dovremo mantenere la categoria e ci prenderemo strada facendo quel che viene”. 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti