Cassia: “Inaspettati i cinque gol, ma eravamo venuti a Messina per vincere”

Auteri, allenatore del Matera

Non aveva parlato alla vigilia della partita e non lo ha fatto nemmeno dopo il roboante 0-5 con cui il suo Matera ha sbancato il “San Filippo”. Il tecnico biancazzurro Gaetano Auteri ha lasciato la vetrina al vice Loreno Cassia: “Era un risultato inaspettato alla vigilia. Nessuno pensava ai cinque gol, anche se volevamo giocarcela per ottenere i tre punti. Siamo una matricola, non eravamo riusciti a vincere nelle precedenti tre gare e ce l’abbiamo fatta oggi. L’obiettivo resta la salvezza, una volta raggiunta vedremo quanto manca alla fine del torneo ed eventualmente punteremo un altro obiettivo. E’ un campionato anomalo, con partite dal venerdì al lunedì. Difficile capire come si reagisce a questi orari”.

Il Matera

Il Matera

Soffermandosi sull’andamento del match Cassia ha parlato soprattutto del rosso comminato ad Altobello. “L’espulsione ha inciso, ma non so quanto. E’ stata probabilmente frutto del nervosismo del Messina, essendosi trattato di un fallo assurdo, commesso a palla lontana. Insieme al cartellino rosso, sono arrivati anche il rigore ed lo 0-2: l’episodio ha dunque condizionato la partita. A quel punto ci aspettavamo una reazione maggiore da parte loro, ma non abbiamo mai abbassato la guardia. Eravamo venuti a Messina con grande rispetto dell’avversario, sapevamo che la vittoria di Reggio poteva aver caricato l’ambiente ma, allo stesso tempo, che non era stata una grande partita. Siamo stati bravi a giocare per il successo e a non essere timorosi”.

Circa l’assenza di Auteri in sala stampa minimizza: “Se non parla non c’è alcun problema. Aveva semplicemente un impegno inderogabile e ha dovuto lasciare in fretta lo stadio. Non esiste nessun problema, né con l’ambiente, né con i calciatori”.

Una fase del match

Una fase del match

Sugli obiettivi stagionali, invece, Cassia ribadisce: “Ci siamo attrezzati con giocatori di categoria, ma non siamo certo del livello di Salernitana, Benevento e Lecce. Abbiamo una squadra da media classifica. Ora a Catanzaro non sarà certo una passeggiata: ci attende una battaglia. Cuffa ? Salterà la gara del “Ceravolo”, ma sarà disponibile per domenica prossima. Ha avuto soltanto un risentimento, vogliamo che recuperi per bene”.

Commenta su Facebook

commenti