Cannavò illude il Città di Taormina, raggiunto ancora nel recupero dalla Leonzio

Città di TaorminaCannavò celebra una delle sue quattro reti con il Taormina

Il Città di Taormina si lascia sfuggire la vittoria con la Leonzio nei minuti di recupero e, per la terza volta in stagione, subisce il pari al 94’. Nell’andata del secondo turno di Coppa Italia, i biancazzurri dominano la prima parte di gara, vanno in vantaggio con Antonio Cannavò, ma hanno il torto di non chiudere il conto nonostante la tante occasioni create. Proprio allo scadere Fabrizio Scapellato fissa il punteggio sull’1-1 e rimanda il discorso qualificazione al match di ritorno in programma a Lentini il prossimo 12 ottobre.

Città di Taormina

Il gol di Antonio Cannavò alla Leonzio

Il pre-partita: Senza gli squalificati Trovato ed Echeverria, Marco Coppa schiera Godino e Giorgetti al centro della difesa, con Viscuso e Pantano sugli esterni. Conferma, poi, per il portiere Cirnigliaro e per i centrocampisti Le Mura, Ferraù e Assenzio. Davanti, con Famà e Cannavò, c’è Lucarelli.

La cronaca: Subito una grande occasione, al 6’, per Famà che calcia con forza, ma Serafino mette in corner. Dopo una prima fase di gara equilibrata, il Città di Taormina prende il sopravvento sulla Leonzio e crea occasioni a ripetizione: al 22’, dopo la sponda di Giorgetti, Pantano e Assenzio si ostacolano a un passo dalla porta e la palla scivola fuori. Tre minuti dopo, dopo una bella manovra di squadra, Le Mura pennella per Cannavò, che però mette a lato di testa. Si disperano, poi, anche Lucarelli e Assenzio che sfiorano il vantaggio sugli assist di Famà prima e Le Mura poi. Al 34’ il Città di Taormina sblocca il punteggio: Pantano sfonda a sinistra, la palla schizza al limite verso Le Mura che allarga su Cannavò, destro incrociato e 1-0. Secondo gol in Coppa Italia per l’ex Licata che pochi minuti dopo è ancora protagonista con una botta al volo su azione d’angolo che si perde alta. La Leonzio torna ad affacciarsi in attacco al 39’ e va a un passo dal pari, ma Kabangu prima è fermato da Cirnigliaro e poi trova il salvataggio sulla linea di Viscuso.

Città di Taormina

Il tecnico Marco Coppa a colloquio con Santino Biondo

Ritmi più bassi nella ripesa, i bianconeri si fanno vedere con una deviazione imprecisa da dentro l’area piccola di Sangiorgio, mentre il Città di Taormina risponde con una doppia chance creata da Lucarelli. L’argentino sfiora l’incrocio al 60’ con una punizione dal limite, mentre al 74’ calcia con precisione dal limite, ma è fermato dall’ottima parata di Serafino. I biancazzurri hanno speso tanto, arretrano il baricentro e faticano a ripartire, ma la Leonzio si fa vedere solo con una punizione di Urso all’86’ che Cirnigliaro alza in corner. Al 94’, però, arriva la beffa e la firma, su assist dello stesso Urso, Fabrizio Scapellato con un mancino a giro che tocca il palo e si insacca alle spalle di Cirnigliaro.

Città di Taormina-Leonzio 1-1
Marcatori: 34′ pt Cannavò (T), 49′ st F. Scapellato (L).
Città di Taormina: Cirnigliaro, Pantano, Godino, Viscuso, Giorgetti, Le Mura (44′ st Biondi), Assenzio, Ferraù, Famà (23′ st Biondo), Lucarelli, Cannavò (39′ st Quintoni). Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Castrianni, Caltabiano, Di Natale, Gulli, Tonzuso, D’Amico.
Leonzio: G. Serafino, Aiello (29′ st La Mesa), Cannone (23′ st Spampinato), Quarto (3′ st Sangiorgio), Bertolo, Martines, F. Scapellato, Lorefice (29′ st Urso), Kabangu, D. Scapellato, D’Emanuele. Allenatore: Natale Serafino. A disposizione: D’Asero, Lanza, Frixa, Puglisi, Carbonaro.
Arbitro: Paolo Arculeo di Catania.
Assistenti: Giuseppe Trefiletti e Sebastiano Antonio Grasso di Acireale.
Note – Ammoniti: Bertolo (L), D. Scapellato (L), Godino (CdT), Kabangu (L),  F. Scapellato (L), Famà (CdT), Cirnigliaro (CdT), D’Emanuele (L). Corner: 8-7 – Recupero: 0′ e 4′.

Autori

+ posts