Campionato Italiano – Ternana e Cagliari da applausi, pareggio Genoa-Lazio

Una fase di gioco della partita Ternana-Messina

Spettacolo garantito al “Campetto” di viale Gazzi, dove sono entrate ormai nel vivo Serie A, B e Lega Pro del Campionato Italiano, torneo di calcio a 5 cittadino dall’elevato livello tecnico. La terza giornata non ha tradito le attese sul sintetico dell’impianto sportivo dell’istituto Quasimodo.

In Serie A, la Ternana ha vinto il big match contro il Messina con il punteggio di 8-4. Prova tatticamente perfetta degli “umbri”, che hanno atteso le confuse sfuriate offensive dei rivali per sfruttare cinicamente ogni loro errore. Al vantaggio di Beccaria, grande protagonista della sfida, replica Coppolino con un millimetrico diagonale di destro. Botta e risposta pure tra Orazio Stracuzzi e Trovato, che indirizza la sfera sotto l’incrocio per il momentaneo 2-2. La puntata vincente di Beccaria chiude il tempo sul 3-2. Nella ripresa, la Ternana, dopo l’illusorio 4-4 siglato dal Messina, chiude i conti grazie alle invenzioni di Beccaria, altre due volte a bersaglio, Orazio Stracuzzi e De Tommasi.

Il Cagliari ha imposto tra i cadetti l’alt al Brescia (8-6) in una gara combattuta dal punto di vista agonistico. L’inizio è appannaggio dei “lombardi”, come conferma il 2-0 a loro favore, ma, appena entrato in campo, si scatena Bonsignore, che ribalta, in pochi minuti, la situazione con tre reti da campione, frutto di talento cristallino. Dopo l’intervallo, i “sardi” allungano sull’8-3, vanificando, così, la tardiva reazione degli avversari, che riescono soltanto a ridurre le distanze, interrompendo sul più bello la mini striscia di affermazioni.

Un time out del Genoa

Pirotecnico pareggio (7-7) in Lega Pro tra Genoa e Lazio, maturato al termine di un confronto giocato a viso aperto da entrambe le formazioni ed emozionante fino al triplice fischio. I biancocelesti pigiano subito il piede sull’acceleratore, portandosi avanti per 3-1. Bruno rimette con un rasoterra in scia i “liguri” e la frazione si conclude con la Lazio sempre sul +1 (4-3). Bonanno e compagni tentano il break risolutivo (5-3), senza fare, però, i conti con l’orgoglio del Genoa, che, trascinato dalle realizzazioni dello scatenato Aiello, capovolge l’inerzia della partita con il 7-6 firmato proprio da Aiello, che a 1’ dallo scadere, sembra valere i titoli di coda. Una “zampata” di Mondello fissa, invece, il risultato sulla definitiva parità.

I TABELLINI

SERIE A: TERNANA-MESSINA 8-4

MARCATORI: 5 Beccaria (T), 2 O. Stracuzzi (T), De Temmasi (T); Trovato (M), Scucchia (M), Giordano (M), Coppolino (M).

TERNANA: Arcuri, De Tommasi, Stracuzzi I, Stracuzzi II, Lucà, Beccaria, Cambria, Scivolone, De Leo.

MESSINA: La Fauci, Trovato, Scucchia, Spadaro, Giordano, Coppolino.

ARBITRO: Broccio.

SERIE B: CAGLIARI-BRESCIA 8-6

MARCATORI: 3 Bonsignore (C), 2 Ruggeri (C), 2 Magazzù (C), Sgroi (C); 2 Burrascano (B), Parisi (B), Mento (B), Sanò (B), Aliquò (1).

CAGLIARI: Sgroi, Cacciotto, Cipriano, Magazzù, Bonsignore, Ruggeri, Cucinotta.

BRESCIA: Parisi, Mento, Burrascano, Sanò, Chillè, Aliquò, Santagati.

ARBITRO: Broccio.

LEGA PRO: GENOA-LAZIO 7-7

MARCATORI: 3 Bonanno (L), 3 Vaccaro (L), Mondello (L); 4 Aiello (G), 2 Maniaci (G), Bruno (G).

GENOA: Giuffrè, Lo Presti, Maniaci, Aiello, Irrera, Bruno, Bertuccelli.

LAZIO: Burrascano, Patanè, Bonanno, Mondello, Musolino, Vaccaro.

ARBITRO: Trovato.

 

PARTITE ED INTERVISTE 

Commenta su Facebook

commenti