Campilongo: “Temevo il Messina, invece siamo stati bravi. Sowe devastante”

Sasà Campilongo (foto Pernice)

Per la Vibonese è il secondo 5-0 di fila dopo quello rifilato mercoledì al Paceco. Salvatore Campilongo non può che applaudire la sua squadra, sempre più in grado di recitare un ruolo da protagonista dopo la tribolata estate vissuta sperando invano nella riammissione in Serie C: “Stiamo crescendo di condizione e cerchiamo di trovare degli equilibri tra over e under. Veniamo da una situazione psicologicamente disastrosa. Per tre mesi non abbiamo giocato, facendo soltanto poche amichevoli. Ogni settimana abbiamo due o tre partite da affrontare e non è facile, bisogna crescere sotto tutti i punti di vista”.

Sowe

Il primo gol di Sowe (foto Pernice)

Sulla gara del “Franco Scoglio” poco da analizzare. “Oggi temevo questo Messina, lo avevo visto molto bene contro il Troina. Non me l’aspettavo una vittoria così netta, all’inizio ero preoccupato, invece siamo stati bravi. Abbiamo una squadra forte, di grande fisicità, ed abbiamo letto la partita molto bene, raddoppiando sempre sugli esterni. Oggi ho rinunciato ad Allegretti per far giocare il ’99 Carannante davanti a Migliorini. In questi casi dico sempre che ci sono i meriti di una squadra forte da un lato e i demeriti degli altri, aspetti sui quali siamo andati a colpire. Sowe è stato devastante”.

Infine una “carezza” al collega Modica e un chiaro appunto sulla rosa del Messina: “Da allenatore conosco le qualità di Modica e dico che a questa squadra mancano dei giocatori importanti. Non si può avere un ’99 davanti quando si affronta questa Vibonese. con difensori così esperti come i nostri. Il reparto nel quale sono molto bravi, il centrocampo, oggi ha faticato molto. Sowe, Allegretti e Bubas noi li avevamo presi per fare la Lega Pro. Quando toccano uno o due palloni sono determinanti e sono bravi anche a sacrificarsi”.

Commenta su Facebook

commenti