Camaro, poker alla Robur. Cannuni (doppietta) trascina i neroverdi

Camaro

Importante vittoria interna per il Camaro: reduci dal ko di Giardini, i neroverdi rialzano la testa piegando al “Marullo” la Robur e imponendosi per l’undicesima volta in undici incontro casalinghi. Cannuni dagli undici metri sblocca il punteggio al 14′ ma si va al riposo sull’1-1 per via del gol del pari siglato per gli ospiti da Prinicipato. Nella ripresa il tiro di Cannuni al 25′ viene deviato in rete da Saglimbeni e i padroni di casa tornano in vantaggio. Giglio mette il risultato in cassaforte al 42′, Grasso chiude i conti nel recupero. Camaro in testa a quota 47 e sempre a +7 sulla seconda a 6 turni dal termine. Il campionato osserverà ora due turni di riposo: il prossimo impegno è in programma sabato 28 febbraio sul campo del Real Rometta; prima, sabato 21, il match di ritorno degli ottavi di Coppa Italia con il Pompei.

L'ingresso di Camaro e Robur

L’ingresso di Camaro e Robur

LA CRONACA – E’ ancora emergenza assenti per il Camaro, privo di ben otto elementi: out gli squalificati Lauro e Ricciardo, gli infortunati Fiorito, Cammaroto, De Maria, Morgante, Li Mura e, in extremis, anche Cappello. Si parte con il 4-3-3 e con ben cinque juniores contemporaneamente in campo: Berikashvili (classe ’95) tra i pali, Porcino (’98), Mangano, Giglio e Bruno (’95) in difesa, Russo (’96), Durante e Morgana (’97) a centrocampo, Buda, Cannuni e Lucà in attacco.

Gara vivace in avvio; già dopo 2 minuti i tre attaccanti del Camaro costruiscono una buona palla-gol: punizione di Buda, sponda di Cannuni e girata volante di Lucà con palla a lato. La Robur replica poco dopo con il cross di Principato per Saglimbeni, chiuso bene da Giglio sotto porta. Al 12′ gli ospiti ci provano con Galletta da fuori, Berikashvili è attento. Al 14′ Cannuni, servito da Buda su punizione, si invola verso la porta avversaria, entra in area e viene steso da Lo Turco al momento del tiro: per l’arbitro è rigore ma semplice ammonizione per il difensore della Robur. Dal dischetto va Cannuni, che non sbaglia e realizza la sua nona rete in campionato. La Robur reagisce al 16′ con il tentativo in scivolata di Galletta, Berikashvili fa suo il pallone. Un minuto dopo destro da fuori di Cannuni, palla a lato. Ancora Cannuni cerca la porta al 20′ ma il suo colpo di testa, su cross di Buda, viene deviato da un avversario e termina di poco fuori. Sul corner che segue, calciato da Buda, Russo anticipa tutti ma manda alto. Buona chance per la Robur al 26′: cross di Principato, tocco ravvicinato di Lo Turco e deviazione in angolo di Berikashvili. Al 32′ occasione per i padroni di casa: lancio di Mangano, prolunga di testa Cannuni, Lucà batte a rete di prima ma non trova la porta. Al 38′ termina a lato il tocco di Cannuni su lancio di Porcino. Al 39′ la Robur trova il pari: cross da destra di Filippo Saglimbeni e precisa deviazione sotto porta di Principato. Si va al riposo sull’1-1.

Una fase del match

Una fase del match

Nella ripresa subito dentro Cardia per Russo e proprio il nuovo entrato cerca la porta da posizione defilata dopo pochi secondi: il suo destro è preda del portiere Ruggeri. La replica ospite al 4′ con il colpo di testa di Lo Turco che, sugli sviluppi di un corner, non centra il bersaglio. Il Camaro fa la partita ma fatica a trovare varchi e la gara vive così una lunga fase di stanca. Al 25′ però Cannuni fa ancora centro: il destro da fuori del centravanti neroverde trova la deviazione di Salvatore Saglimbeni e inganna Ruggeri. Camaro in vantaggio e Cannuni in doppia cifra. La Robur prova a reagire al 27′, quando Sgroi, dopo una serie di rimpalli, calcia da buona posizione trovando però l’ottima risposta di Berikashvili. Tra il 28′ e il 29′ due tentativi dei padroni di casa, prima con Morgana e poi con Buda: entrambe le conclusioni non trovano però la porta. Alla mezzora dentro anche Grasso per Morgana. Al 34′ presa sicura di Berikashvili sul tiro da fuori di Principato. Al 35′ ospiti in dieci per l’espulsione di Galletta per doppia ammonizione. Con gli avversari in avanti a caccia del pari, per il Camaro si aprono spazi in contropiede. Tra il 36′ e il 37′ due buone occasioni per Buda: il capitano prima riceve da Cannuni ma calcia sul portiere da distanza ravvicinata, poi riesce solo a sfiorare di testa su servizio di Cardia. Al 39′ ultimo cambio per la formazione di casa: D’Angelo rimpiazza Lucà. Al 41′ ancora protagonista Buda, che si invola verso la porta avversaria, calcia da posizione defilata ma trova la risposta di Ruggeri in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo è lo stesso Buda a pennellare un pallone d’oro per Giglio, che di testa appoggia in rete e mette al sicuro il risultato siglando il 3-1. Nel primo minuto di recupero arriva anche il gol del definitivo 4-1: è ancora Buda a sfornare un preciso cross da destra, Grasso a centro area trova la deviazione vincente. Per il Camaro tre punti d’oro che consentono di riprendere la marcia, toccare quota 47 in classifica e mantenere, a sei giornate dal termine, un buon vantaggio sulle inseguitrici.

L'esultanza del Camaro

L’esultanza del Camaro

Camaro – Robur 4-1
Marcatori: 14′ pt rig. Cannuni (C), 39′ pt Principato (R), 25′ st Cannuni (C), 42′ st Giglio (C), 46′ st Grasso(C).
Camaro: Berikashvili, Porcino, Bruno, Durante, Mangano, Giglio, Lucà (39’st D’Angelo), Morgana (30’st Grasso), Cannuni, Buda, Russo (1′ st Cardia). In panchina: De Luca, Forti, Tavilla, Rifici. Allenatori Luigi Cappello – Michele Lucà.
Robur: A. Ruggeri, Bonfiglio, S. Saglimbeni (44′ st Tamà), Donato (31’st Sterrrantino), Riccobene, Lo Turco, R. Sgroi, Risiglione, Galletta, F. Saglimbeni, Principato. In panchina: C. Sgroi, Smiroldo, Gullotta, Cincotta. Allenatore Giovanni Ruggeri.
Arbitro: Giorgio La Rosa della sezione di Catania.
Ammoniti: 14′ pt Lo Turco (R), 21′ pt Risiglione (R), 37′ pt Galletta (R), 26′ st Bruno (C), 43′ st Mangano (C).
Espulsi: 35′ st Galletta (R) per doppia ammonizione.
Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Commenta su Facebook

commenti