Camaro, Lucà: “Con il Biancavilla penalizzati dagli episodi. Possiamo solo crescere”

Michele Lucà, allenatore del Camaro

Questo Camaro può solo migliorare. Ecco il verdetto della gara di Biancavilla, un 3-1 che non ridimensiona le ambizioni della squadra di Michele Lucà, al lavoro in vista della gara con il Città di Rosolini, che terrà a battesimo il “Despar Stadium”.

La formazione del Camaro opposta al Biancavilla

Tornando alla sconfitta subita nella sfida d’esordio, il tecnico dei messinesi ha visto comunque tanti lati positivi: “Il 3-1 è un risultato che ci penalizza troppo. Abbiamo iniziato bene, mettendo il Biancavilla in difficoltà. Poi abbiamo subito gol e lì è uscita fuori tutta la loro esperienza, ma anche qualche nostro limite. La partita è stata  decisa dagli episodi molto più di di quanto non dica il risultato finale, penso all’occasione di Cappello con cui avremmo potuto riaprirla. Ci è mancata quel pizzico di cattiveria in più negli ultimi sedici metri. L’arbitraggio? Non mi è piaciuto, l’interpretazione di alcuni episodi non l’ho condivisa, ma non voglio cercare alibi. Adesso servono solo tempo e lavoro”.

Uno stacco di testa di Cappello

Per il Camaro questa rappresenta la stagione della semina. L’obiettivo è quello di raggiungere la salvezza il prima possibile, ma soprattutto far crescere giovani affiancandoli a giocatori di sicuro affidamento per la categoria. Un progetto a lungo termine che non può essere scalfito dal primo passo falso stagionale: “Il campionato è appena iniziato, non dobbiamo dimenticare che questi ragazzi lavorano insieme da appena un mese. Io sto conoscendo loro, con i relativi pregi e difetti, e loro stanno conoscendo me, la mia idea di calcio e i miei metodi. Non conosco metodo diverso per arrivare ai risultati se non il lavoro, ma non dobbiamo avere frenesia e pensare di bruciare le tappe. Nel pre-campionato abbiamo ottenuto risultati prestigiosi, ma questo non ci deve distogliere dalla nostra dimensione. Ad esempio, è abbastanza normale avere le gambe un po’ pesanti in questa fase della stagione, sarei preoccupato qualora vedessi giocatori in forma smagliante a metà settembre”.

Su dove migliorare per raccogliere i tre punti già contro il Rosolini, Lucà ha le idee chiare: “Ci è mancata un po’ di maturità in questi frangenti, ma l’acquisisci solo con l’esperienza e con il lavoro quotidiano sul campo”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com