Camaro-CdM vale il primato. La doppia intervista ad Alberto Cappello e Francesco Cardia

Camaro e Città di Messina si sono sfidate a distanza per dieci settimane. Sorpassi durati una notte e risultati incrociati hanno fino ad oggi segnato il girone C del campionato di Promozione, guidato dai sorprendenti neroverdi con 26 punti e dai i “cugini” giallorossi appena due lunghezze dietro. Ad un terzo del campionato è però giunto il momento del primo “redde rationem”, in un derby cittadino tutto da vivere.
Domani al “Marullo” di Bisconte, dalle ore 14:30, c’è quindi in palio il primo posto. Parliamo del big match con Alberto Cappello, capitano della formazione capolista e con Francesco Cardia, playmaker e uomo di punta di un ambizioso Città di Messina.

Il Camaro avrà il vantaggio del fattore campo

Il Camaro avrà il vantaggio del fattore campo

Camaro-Città di Messina vale il primo posto in classifica. Come vi presentate a questa sfida?
CAPPELLO: La affronteremo così come merita una gara di cartello. Siamo concentrati e dopo la rifinitura sarà lo scorrere delle ore a caricarci ulteriormente. La nostra forma fisica è al massimo ed è giusto che sia così a questo punto del campionato. Saremo al gran completo e, avendo una rosa ampia, credo anche che il mister si trovi un attimo in imbarazzo al momento di scegliere i titolari tra più di venti giocatori che si sono allenati al massimo.
CARDIAAbbiamo raggiunto un’ottima condizione fisica e mentale per affrontare questa gara. Il resto, così come la motivazione per vincerla, verrà da sé. E’ pur sempre una stracittadina e ci sarebbe stata tanta attenzione anche se non si fosse trattato di uno scontro la vertice. Mancherà per squalifica Bombara, il nostro capitano, ma posso assicurare che chiunque lo sostituirà non farà notare la sua assenza al centro della difesa.

Il Città di Messina ha avvertito tutti con cinque vittorie nelle prime cinque gare

Il Città di Messina ha avvertito tutti con cinque vittorie nelle prime cinque gare

Cosa pensi del vostro percorso fin qui?
CAPPELLO: Siamo oltre le aspettative. Non nego che questi risultati siano anche il frutto di alcune scelte fatte in prospettiva, dato che siamo una squadra mediamente giovane. Forse abbiamo bruciato un po’ le tappe ritrovandoci oggi in testa, ma l’importante è sapere che non abbiamo fatto ancora nulla. Restiamo umili e continuiamo così.  
CARDIA: Sono soddisfatto della strada fatta fino ad oggi. Potevamo raccogliere qualche punto in più, ma può succedere. Capita alle grandi squadre, capita anche a noi che siamo una grande squadra all’interno di questo campionato. Faremo bene, ne sono certo. D’altronde stiamo crescendo di partita in partita, prendendo fiducia nei nostri mezzi ed è questo quello che serve.

Che stagione hanno vissuto fino ad oggi i tuoi avversari?
CAPPELLO: Il Città di Messina viaggia come da programma. E’ stato costruito per vincere e se non è in testa alla classifica è solo “colpa” nostra, data una partenza sprint che non ci aspettavamo. Non è facile recitare questa parte ed in alto alla classifica prevedo tanta competizione in futuro. Ad oggi i giallorossi hanno dimostrato di poter primeggiare, forti di un grande organico e di un allenatore molto  preparato.
CARDIA: Diversi miei amici giocano al Camaro, quindi vengo aggiornato spesso. Stanno facendo bene, c’è entusiasmo e ne sono contento, anche se domani faremo il possibile per disarcionarli dal comando della classifica. Il loro punto di forza? E’ il collettivo. Sono una formazione solida e sarebbe semplice citare i giocatori più forti, ma la realtà è che quando vanno in campo sanno giocare da squadra.

In caso di pareggio Jonica, Messana e Real Aci, tutte a 21 punti, ne approfitterebbero per accorciare

In caso di pareggio Jonica, Messana e Real Aci, tutte a 21 punti, ne approfitterebbero per accorciare

Il Camaro vanta il miglior attacco con 31 gol fatti. Il Città di Messina, invece, ha subito soli 5 gol ed è la seconda miglior difesa dietro la Jonica. Per te sono le premesse di una gara da 0-0 che può essere risolta solo da un episodio?
CAPPELLO: Non credo. Non so come loro hanno preparato la partita, ma noi continueremo a proporre tanto come fatto fino ad oggi. Segniamo tanto e speriamo di continuare a farlo subendo poco, già domani. La chiave per mantenere il giusto clima sarà far passare il nostro magic moment anche attraverso questa sfida.
CARDIA: Non me la sento di prevederlo. Come ho detto sono partite che si caricano da sole, è difficile sapere che tipo di piega prendono. Non mi aspetto una gara troppo ingessata, è difficile che sia così davanti tutto il pubblico che si prevede.

La tua squadra vincerà il campionato?
CAPPELLO: Volando basso continueremo sicuramente a far bene. Al di là della posizione abbiamo ampi margini di miglioramento e poi, a vincere, ci stiamo prendendo gusto.
CARDIA: Difficile anche solo pensarlo. Non è bello pronunciarsi adesso, ma non immagino davvero come si evolverà il torneo. Ripeto, sono certo che faremo bene. L’importante è pensare di partita in partita.

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

Commenta su Facebook

commenti