Bruno: “In porta per il Messina? Promessa mantenuta. Penalizzati dal campo”

Francesco BrunoFrancesco Bruno si è improvvisato portiere nel finale

Tra i migliori in casa Messina c’è come sempre il difensore Francesco Bruno, che nel finale ha difeso la porta, accomodandosi direttamente tra i pali. Dopo l’infortunio di Meo e il rosso diretto mostrato al suo sostituto Prisco, l’ACR non aveva infatti altri estremi difensori in panchina. L’ex Melfi la prende con filosofia: “Mi viene da ridere perchè nella prima intervista dopo il mio acquisto a inizio campionato avevo promesso che avrei giocato anche in porta per il Messina… Una promessa mantenuta. Chiederò spiegazioni a Prisco, non ho capito cosa è accaduto e non ho compreso l’espulsione del mister”.

Rosafio

Non è bastata la consueta verve di Rosafio

Il fondo pesante ha penalizzato la squadra oggettivamente più tecnica: “Ci ha danneggiato il campo, con un fondo migliore avremmo portato la partita a casa. La grande differenza che ci separa dall’Igea Virtus in classifica sinceramente non l’ho vista in campo”.

Con i playoff distanti quindici lunghezze, va registrato invece che la zona playout è ad appena sei punti. Bruno però non drammatizza: “Non ci saranno cali di tensione, ho giocato tra i professionisti per dieci anni e questa è la mia prima esperienza in D. Fino al 7 maggio resteremo tutti concentrati e cercheremo di vincere tutte le gare in programma”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti