“Black lives matter”, anche a Messina manifestazione in ricordo di George Floyd

razzismoA Piazza Unione Europea, Messina si è ritrovata per manifestare contro il razzismo (foto Franz Moraci)

Una manifestazione pacifica e significativa. Così la città di Messina, associandosi alle numerosissime iniziative prese in ogni parte del mondo, ha risposto alla morte di George Floyd, giovane afroamericano morto durante i controlli operati dalla polizia a Minneapolis, negli Stati Uniti, e divenuto simbolo di un consistente movimento di protesta, che ha ormai assunto carattere globale.

Piazza Unione Europea

Numerosi gli striscioni per manifestare contro il razzismo (foto Franz Moraci)

Ovunque i manifestanti, accomunati dalla voglia di riscatto e cambiamento, hanno promosso un’azione non violenta, per sensibilizzare i governi a eliminare le tante discriminazioni razziali tuttora esistenti. In riva allo Stretto l’iniziativa è stata promossa da alcuni studenti sui social network. Un momento di riflessione e raccoglimento, che ha unito gli adulti ai giovani.

Tantissimi gli striscioni con slogan come “Black Lives Matter”, che hanno tappezzato Piazza Unione Europea e contribuito a rendere ancor più suggestiva una domenica differente. Il momento più toccante quando la piazza è rimasta in silenzio assoluto per 8 minuti e 46 secondi: la stessa durata della cattura di Floyd da parte dei poliziotti, che lo hanno immobilizzato tenendolo dal collo e dalle gambe, portandolo infine alla morte.

Numerosi gli interventi nel corso della manifestazione (foto Franz Moraci)

Numerosi partecipanti, tra cui diversi ragazzi africani, hanno preso la parola per manifestare la loro rabbia, suggerendo possibili ulteriori iniziative future. Toccante anche la lettura dei nomi di tutte le vittime delle discriminazioni razziali, seguita dall’applauso della piazza. La manifestazione si è conclusa con il gesto divenuto simbolo della protesta: ginocchio per terra e braccio alzato.

Il collettivo promotore ha scritto che “il Sit-in è stata una splendida occasione per confrontarci e dare forma ai nostri pensieri. Il passo che ora ci tocca fare è quello più concreto: serve un documento che raccolga le nostre considerazioni, le nostre proposte e le nostre richieste”. 

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva