Biagioni: “Situazione di classifica ancora precaria. La squadra non sta bene fisicamente”

Oberdan BiagioniL'urlo di Oberdan Biagioni (foto Nino La Macchia)

Prima vittoria per Oberdan Biagioni sulla panchina del Messina. Il rotondo 3-0 contro il Gela può rappresentare adesso un nuovo inizio per i giallorossi.

Soddisfatto il tecnico che ha spiegato nel post-partita: “Cerchiamo di uscire da questa situazione di classifica che è ancora precaria, mi sarei accontentato anche dell’1-0. Era la mia prima partita in casa, in precedenza eravamo stati penalizzati sia a Torre del Greco che a Locri. Oggi abbiamo raccolto quanto creato, anche se nel primo tempo meritavamo di più del doppio vantaggio. Il turn-over? Adesso i cambi sono cinque e non tre e si cerca di sfruttarli, abbiamo fatto esordire un altro ragazzo interessante del 2001, quando si può vanno messi dentro”.

Oberdan Biagioni

Il tecnico del Messina Oberdan Biagioni (foto Nino La Macchia)

“Le vittorie aiutano e danno entusiasmo – ha proseguito Biagioni – l’unico dispiacere è che la squadra non sta ancora bene sul piano fisico. Non possiamo godercela fino alla fine, tra tre giorni si rigioca. Moralmente ci arriviamo bene, fisicamente non so. Dobbiamo solo fare risultato, anche non giocando benissimo, sebbene oggi ci siamo riusciti almeno a tratti. I risultati danno serenità e tranquillità, inoltre da due partite non si subiscono gol ed è un dato più importante rispetto alle reti segnate”. 

Novità in arrivo dal mercato. Almeno una dovrebbe essere imminente, come chiarisce lo stesso Biagioni: “Per Lundqvist stiamo aspettando il transfer, su Zavan stiamo valutando la situazione. Sono due ragazzi che possono rientrare nell’organico del Messina e non saranno gli unici”.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti