Benevento, il mercato non decolla: Lopez unico innesto. Auteri la certezza

Il Benevento celebra la rete decisiva contro il FoggiaIl Benevento celebra la rete decisiva contro il Foggia

Il Benevento scende a Messina da quinta in classifica con tante incognite e una sola certezza. Le incognite riguardano sicuramente il futuro: i tifosi giallorossi si sarebbero aspettati un mercato di riparazione che confermasse la volontà da parte della società di fare un campionato di vertice ed invece, fino ad oggi, si sono registrati un solo movimento in entrata e molti in uscita. Sono partiti Marano, ritornato alla Casertana, Cruciani, passato al Teramo, e Bonifazi, anch’egli passato alla Casertana; in maglia giallorossa è giunto il solo Lopez, vecchia conoscenza del calcio italiano avendo vestito la maglia del Lecce. Un solo acquisto a fronte di tre cessioni, almeno per il momento, sono un bottino magro per una squadra che avrebbe bisogno di qualche puntello.

Fabio Mazzeo

Mazzeo prova a farsi largo (foto Armando Russo)

Al momento le priorità sono una prima punta che finalizzi la mole di gioco creata dalla squadra di Auteri che, tranne nella sconfitta di Melfi, ha sempre fatto vedere un buon calcio a prescindere dal risultato finale, e un centrocampista che possa rinfoltire il reparto, visto che al momento in rosa gli unici due di ruolo sono Del Pinto e De Falco. Di voci di mercato, all’ombra della Dormiente, se ne sono sentite tante: si è passati dal ritorno di Evacuo (!) a quello di Eusepi, dall’arrivo di Letizia dal Matera a quello di Infantino ma, alla fine, come già detto, il solo a sottoscrivere un nuovo contratto con la società di via Santa Colomba è stato il sudamericano Lopez.

Il saluto tra i capitani Lucioni e Cocuzza (foto Armando Russo)

Il saluto tra i capitani nella sfida d’andata

La certezza del Benevento è seduta in panchina e porta il nome di mister Gaetano Auteri. Nonostante le mille difficoltà avute in stagione, il condottiero dei giallorossi non ha mai “perso la bussola”: ha saputo fare di necessità virtù e, nonostante l’assenza di un bomber di razza, ha dato comunque la sua impronta alla squadra che non è mai stata messa sotto dagli avversari dal punto di vista del gioco. Ha saputo rivitalizzare giocatori quali Melara, che quest’anno sta disputando la sua miglior stagione in giallorosso, e De Falco, in ombra nelloscorso campionato, e ha valorizzato Ciciretti che aveva bisogno di conferme nella categoria.

Auteri, allenatore del Benevento

Gaetano Auteri, allenatore del Benevento

Insomma potremmo dire che, sempre al momento, il Benevento è una gran bella incompiuta: una squadra che, senza necessariamente svenarsi, potrebbe beneficiare di quei pezzi che le potrebbero dare la giusta spinta verso il traguardo dei play-off, obiettivo dichiarato ad inizio stagione. Per quanto riguarda l’impegno di domenica al “San Filippo”, il Benevento dovrebbe confermare l’undici sceso in campo nelle ultime gare anche se la rosa sarà risicata e arricchita con qualche giovane della “Berretti”, a meno di clamorosi arrivi. Quindi si dovrebbero vedere Gori tra i pali; la difesa a 3 composta da Pezzi, sul centrodestra, Lucioni in mezzo e Mattera sul centrosinistra; a centrocampo Melara agirà a destra, Del Pinto e De Falco al centro e il neo-acquisto Lopez sull’out sinistro; in avanti confermato il trio composto da Ciciretti, Marotta e Mazzeo. Presentazione a cura di Maurizio Morante, giornalista di IamcalcioBenevento. Ogni settimana un collega ci presenta l’avversario del Messina.

Commenta su Facebook

commenti