“Bella” playout ad Acilia per l’Ossidiana, in palio la salvezza

Giovanni Mantineo e Giuseppe Rinaldi OSSIDIANA

Giovanni Mantineo e Giuseppe Rinaldi (Ossidiana)

Tutta la stagione si deciderà in quattro tempi, che valgono l’agognata permanenza nel campionato nazionale di serie B di pallanuoto maschile. Basta davvero poco per cogliere la valenza della partita che l’Ossidiana disputerà sabato ad Acilia contro la Pallanuotisti Nuotatori Roma (inizio ore 17), “bella” del playout del torneo cadetto.

“E’ una sfida da dentro o fuori – dichiara alla vigilia il capitano peloritano Mattia Vinciconsiderata l’elevata posta in palio ogni pallone potrebbe essere quello risolutivo. Dobbiamo entrare, quindi, in vasca subito concentrati sia in attacco che in difesa, evitando gli errori commessi in avvio di gara 1 e restando lucidi e razionali in ogni giocata. Riuscirà, comunque, a centrare la salvezza – conclude Vinci – la squadra più determinata e vogliosa di vincere. Noi daremo il massimo per farcela, poiché vogliamo concludere nel migliore dei modi un’annata impegnativa sia dal punto di vista fisico che mentale”.

Mattia Vinci (OSSIDIANA)

Mattia Vinci portiere e capitano dell’Ossidiana

Il tecnico Nicola Germanà avrà a disposizione, in terra laziale, quasi l’intero organico; mancherà unicamente il portiere Cesare Calvo. Arbitreranno il delicato match i signori Verde e Bonavita. I precedenti due confronti della serie si sono conclusi il primo 12-11 a favore dei romani, dopo la “lotteria” dei rigori, il secondo 10-7 per l’Ossidiana, che si è portata, davanti ai propri sostenitori, sul punteggio di 1-1, dal quale si ripartirà ad Acilia.

Commenta su Facebook

commenti