Beffa nel finale per l’Orlandina superata di un punto (67-68) dalla “bestia nera” Trento

Sek HenrySek Henry

DAL NOSTRO INVIATO: Il Pre-partita. Ultima partita casalinga per l’Upea Capo D’Orlando che può festeggiare davanti ai propri tifosi una salvezza meritata insieme all’avversario per la promozione in A della scorsa stagione, il sorprendente Trento di coach Buscaglia in lotta per il quarto posto. Standing ovation prima dell’inizio della gara per i tre moschettieri Basile, Soragna e Nicevic.

La Cronaca. Apre le marcature Baldi Rossi dalla mediarisponde dalla sua mattonella Nicevic, gioco da tre punti ancora di Baldi Rossi per il 5-2,  bella penetrazione di Pecile che sfida Sanders in 1 contro 1 e realizza con un layup. Hunt va in lunetta dopo un fallo terminale sulla sua conclusione da sotto e mette un insolito 2/2, primo vantaggio Upea sul 6-5, proteste per il fallo di Campbell su Mitchell che pareggia con un libero a segno e sul rimbalzo offensivo mette la tripla del 6-9. Gran gioco a due fra Henry e Nicevic per il canestro del croato, secondo fallo di Hunt e prima tripla anche per Sanders, ritmo di gioco elevato con Henry che risponde col canestro del 10-12. Gioco interrotto a 4’20” con Baldi Rossi che si fa male alla caviglia ed esce sostenuto dai compagni, entra Pascolo e Griccioli cambia Nicevic con Sulejmanovic. Primi punti per Owens e primo canestro casalingo anche per Sulejmanovic, a secco nella prima gara giocata contro i campioni d’Italia dell’Armani Jeans. Dentro anche Basile che sorpassa con la tripla del 15-14, risponde subito Mitchell in elevazione; terzo fallo in otto minuti di gioco per Hunt, cambio obbligato con Nicevic e minuti di riposo per Henry sostituito da Soragna. Gran difesa di Basile su Owens che costringe la stella di Trento al secondo falllo, tripla di Mcgee e immediata risposta di Mitchell che pareggia a quota 18. Fallo di Sulejmanovic su Mitchell implacabile dalla lunetta, l’ex Barcelona si fa perdonare con un canestro di potenza contro Pascolo. Ultima azione per Spanghero che in uno contro uno subisce fallo da Mcgee, proteste di Griccioli che viene richiamato ufficialmente, 1 libero a segno per la guardia di Trento e tentativo finale di Henry che però non centra il bersaglio, parziale che si conclude sul 21-20 per gli ospiti.

Sandro Nicevic (photo Denaro)

Sandro Nicevic (foto Roberta Fazio)

Si riparte col movimento super di Nicevic che in sospensione segna il sorpasso, poi azione da highlight con Mcgee che mette un sottomano nonostante il fallo antisportivo, completando un gioco da tre punti. Bella conclusione di Sanders, assist di Soragna per Nicevic fermato fallosamente. Percorso netto dalla lunetta per il centro italo croato, dentro anche Karavdic che non può nulla contro Owens che segna col fallo siglando il 27-26. Finta di corpo per Pecile che segna il 29-36, poi secondo fallo di Karavdic che concede un altro canestro con libero aggiuntivo a Grant che però non mette il personale. Gran penetrazione dalla linea di fondo per Campbell, si fa vedere anche Forray che da tre punti impatta a quota 31;  movimento splendido di Hunt che insacca appoggiando, poi Henry si invola in contropiede e fa valere la maggiore stazza rispetto a Spanghero lucrando due liberi. Fallo di Mcgee e liberi di Sanders per il 35-33, fallo su Mcgee e un libero a segno, 12 secondi per Capo D’Orlando prima dell’intervallo ma la tripla di Basile è corta e si va al riposo sul 36-33.

Tegola per l’Upea in apertura di terzo parziale con il quarto fallo di Hunt, Mitchell inchioda sul ferro una possibile schiacciata, Orlandina che allunga con Nicevic e Campbell che segna nonostante il fallo subito con un’entrata spettacolare. Paladini che accelerano con la tripla di Campbell e quella di Basile, ma Trento rimane in scia con Mitchell (47-43). Grande azione di Sulejmanovic che evita un’infrazione di campo, riesce a tirare sulla sirena in avvicinamento e conquista il rimbalzo sul suo errore segnando il 49-43. Tre punti a gioco fermo per gli atleti di Buscaglia con Grant che è perfetto dalla linea della carità dopo il fallo di McGee, il coach ospite ordina la zona che Sulejmanovic buca in avvicinamento. Griccioli è costretto a chiamare timeout dopo la terza penalità del neoacquisto, visti i problemi di falli dei suoi lunghi (Hunt 4, Sulejmanovic e Nicevic 3, Karavdic 2). Due su due per Owens, si rivede Henry in attacco che segna in slalom, Buscaglia mette Flaccadori e Soragna si gioca subito l’isolamento subendo fallo, contropiede micidiale dei padroni di casa chiuso dalla tripla di Campbell, “buco” della difesa siciliana e rabbiosa schiacciata a due mani di Mitchell che raggiunge il ventello fissando il punteggio sul 56-50.

Campbell

Folarin Campbell (foto Roberta Fazio)

Dentro nuovamente Nicevic e Hunt e sono proprio loro i primi due marcatori del parziale, con il numero 4 che servito da Basile schiaccia il +10 sul 60-56; immediato il timeout di Buscaglia che vede la partita scappare dopo solo 1’20” . Primo canestro della serata per Pascolo a cui risponde però immediatamente Nicevic, L’implacabile Mitchell colpisce da fuori, poi canestro in avvicinamento di Sanders e contro timeout Upea per arginare il 5-0 di parziale. La tripla di Spanghero riporta a contatto Trento (62-60), poi Pascolo col suo stile inconfondibile pareggia a quota 62, 10-2 di parziale per le Aquile bianconere, tutto da rifare dopo 36′ di gioco effettivo. Azione da circoletto rosso, penetrazione di Basile e assist schiacciato per Hunt che schiaccia violentemente ma non mette l’aggiuntivo, dall’altro lato correzione volante di Pascolo per il 64 pari a tre minuti dalla fine. Pallone sotto per Nicevic beffato dalla rotazione della palla, grande assist di Mitchell per Owens che sorpassa a 1:30, Mitchell prova a chiuderla da lontanissimo, airball di Soragna nell’azione successiva, ancora isolamento per Mitchell, rimbalzo Upea a 30 secondi, coast to coast di Henry che impatta e subisce anche fallo. L’ex Brindisi è freddissimo e mette il +1 a 27 secondi dalla sirena, ovviamente Buscaglia chiama timeout.

Fischi assordanti del PalaFantozzi, palla sempre a Mitchell che braccato dalla difesa di casa segna un gran canestro in sospensione  per il 67-68 a 15”,  minuto chiamato stavolta da Griccioli che disegna sulla lavagnetta lo schema per l’ultima azione. Rimessa affidata a Soragna, buona difesa ospite con McGee che scarica male su Nicevic, costretto a perdere palla. Finisce 67-68  con gli applausi del PalaFantozzi ai beniamini di casa che hanno chiuso con una meritata salvezza il campionato del ritorno in serie A.

Il Tabellino.

Duello Sulejmanovic-Pascolo

Duello Sulejmanovic-Pascolo (foto Roberta Fazio)

Upea Capo d’Orlando – Dolomiti Energia Trento 67-68

Parziali: 20-21; 36-33 (16-12); 56-50 (20-17); 67-68 (11-18)

Upea Capo d’Orlando: Hunt 8, Basile 6, Galipò n.e., Soragna, Nicevic 14 , Pecile 4, Karavdic, Henry 9, Mcgee 10, Sulejmanovic 8, Bianconi n.e., Campbell 8.

Allenatore: Griccioli. Assistenti: Di Carlo – Sussi.

Dolomiti Energia Trentino:  Mitchell 25, Sanders 9, Pascolo 6, Grant 7, Forray 3, Flaccadori, Owens 9, Baldi Rossi 5, Armwood, Spanghero 4.

Allenatore: Buscaglia. Assistenti:  Cavazzana – Dusmet

Arbitri: Begnis di Crema (CR), Baldini di Firenze (FI), Ranaudo di Milano (MI).

Usciti per cinque falli: nessuno

Commenta su Facebook

commenti