Il Basket Barcellona, l’Orlandina e Federica. La storia dei “tre capitani”

federica Barcellona e Orlandina

Vi raccontiamo una storia: la storia di tre capitani che ci rendono fieri di fare basket, nella maniera in cui intendiamo lo sport.
Il Basket Barcellona ha inteso intraprendere e promuovere una campagna di sensibilizzazione sulle malattie rare e sulla Smard 1 in particolare, partecipando all’iniziativa promossa dalla Lega Nazionale Basket “Crescere Palleggiando”.
Tra le iniziative che svolgeremo durante la stagione, oggi (13/09/2016) siamo andati a trovare Federica, una bimba affetta da una patologia rara e debilitante: l’atrofia muscolare spinale con distress respiratorio conosciuta come SMARD1.
Abbiamo richiesto la vicinanza e la partecipazione anche dell’Orlandina Basket che, senza indugio, alcuno ha aderito immediatamente all’iniziativa. Lo sport, il basket, è molto più che semplice competizione!
Essendo Federica appassionata di giochi, canestri e pallette colorate, abbiamo pensato di poterle fare una gradita sorpresa andandola a trovare. Questa è la storia di questa giornata.
Siamo partiti da Barcellona verso Capri Leone, il capitano giallorosso Giacomo Sereni a rappresentare tutti i ragazzi e lo staff. Ci ha presto raggiunto il capitano Sandro Nicevic, dell’Orlandina. Insieme sono andati a trovare la piccola Federica che, in barba a tutte le difficoltà, ha provato a battere i giocatori nel complicato lancio di pallette nel suo canestro colorato di rosso.

Nicevic e Sereni con Federica

Nicevic e Sereni con Federica

I ragazzi sono rimasti, con piacere e partecipazione, a giocare con la bimba per ore, costruendo giardini con le costruzioni, giocando con dei bersagli, parlando e seguendo le direttive del capitano Federica.
La bimba è stata capace di conquistare subito le attenzioni che merita, con i suoi sorrisi, con la sua voce sottile, e con i suoi movimenti lenti estremamente voluti.
Grazie Sandro, grazie Giacomo e soprattutto grazie Federica.

Raccogliamo e sintetizziamo inoltre la comunicazione della famiglia di Federica che rendiamo nota:
“Il 24 settembre al Palauxlium di Sant’Agata di Militello presso l’istituto Zito si terrà l’evento “Dammi la mano ti porterò lontano” titolo deciso dalla nostra piccola Federica, un evento dedicato all’inclusione di chiunque abbia una difficoltà. Il progetto parte dalla volontà di comprare un dondolo per disabili.
Abbiamo pensato al dondolo come simbolo dell’inclusione di Federica in modo da farla giocare senza limiti. Abbiamo cercato aiuto nell’acquisto di questo attrezzo, che è giunto grazie ad una donazione. Federica stessa ha deciso di metterlo all’interno del Parco Urbano e lasciarlo a disposizione di tutti i bimbi speciali, affinché possano giocare tutti insieme. Oltre ogni barriera”.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva