Barcellona, prima amichevole vincente contro la Viola

La prima amichevole della stagione la Sigma Barcellona la gioca al PalaPertini di San Filippo del Mela, visti i lavori che stanno interessando il PalAlberti. I giallorossi ritrovano la Viola Reggio Calabria a distanza di meno di due settimane, ma stavolta sono al gran completo dopo l’arrivo nella città del Longano di Alfrie Kelley. Dopo un primo allungo ospite fino al 5-12, Maresca e compagni prendono in mano le redini del gioco e pareggiano subito i conti grazie ad una tripla proprio di Kelley. Anche l’ex Omegna Shepherd ha la mano calda dalla distanza e consente ai barcellonesi di allungare nel punteggio. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 28-21 e sugli spalti del Palasport di San Filippo del Mela cominciano a farsi sentire i sostenitori giallorossi che mostrano subito grande entusiasmo per le giocate dei propri beniamini. Nel secondo quarto, Barcellona allunga subito grazie ai lunghi Borra e alla verve di Fiorito, poi scappa sul più 17, 42-25. Le due squadre raggiungono l’intervallo lungo sul 50-29. Al ritorno in campo, lo spettacolo prosegue con uno splendido canestro rovesciato di Garri e un coast to coast di Kelley che strappa applausi a scena aperta.

Luca Garri sfida Rossi

Luca Garri sfida Marco Rossi

Alla ripresa del gioco Reggio Calabria schiera il barese De Meo, quintetto canonico per i locali. Ammanato colpisce da posizione ravvicinata e sfiora la doppia cifra personale, Da Ros segna un libero poi smazza un aasist una mano per Shepherd che colpisce dall’arco. Rezzano scuote i suoi chiudendo una transizione veloce ma è l’ex Omegne e nazionale canadese l’mvp momentaneo del match stracciando ripetutamente la retina (56-33). Lui stesso si incarica di tirare i liberi del fallo tecnico comminato alla panchina neroarancio. In questa fase si concentrano le emozioni più forti con un coast to coast di Kelley che fa ammattire la difesa ospite e poi segna col fallo lanciando una preghiera accolta dagli dei del basket (65-37). La Viola si rivede con un tripla piazzata di Casini, l’uomo che aveva deciso la sfida d’andata con numeri d’alta scuola coadiuvato da un positivo Deloach il più continuo fra i suoi. Altra standing ovation la merita il citato Shepherd che lievita in aria e schiaccia nonostante il contatto, dimostrando mezzi fisici invidiabili (68-42). Uscendo dai blocchi arriva la seconda tripla di Casini mentre Barcellona si fa rispettare sull’asse Kelley-Garri che si erge ad assoluto protagonista (70-47). Il finale al 30’ è 71-49 con Barcellona che amministra il netto vantaggio, la Viola vuole limare il passivo ma incappa nella peggiore uscita pre stagionale. Nell’ultimo quarto, la Viola prova a limitare il passivo e risponde con tre canestri di Rossi e Rush ma Barcellona rimane saldamente in controllo. Tutti i possessi calabresi passano dalle mani degli ex Varese e Veroli con Barcellona che tende a rifiatare dai ritmi infernali tenuti nel terzo quarto. Perdichizzi chiede ai suoi di abbassare i ritmi e gestire il cospicuo vantaggio (80-64). Ammannato segna da sotto e prolunga l’ottimo momento di forma, Da Ros ruba palla e chiude la gara in campo aperto. La Viola da il massimo per onorare l’impegno e i risultati si vedono sul tabellone (82-70) mentre per i locali tocca a Kelley smuovere il tabellino. I reggini con Casini rientrano a meno otto con Barcellona che chiude sull’83-75. E’ la prima vittoria per Barcellona che continua a crescere e fa ben sperare i suoi tifosi nella quinta stagione consecutiva di A2 Gold. Prossimo ed ultimo impegno del precampionato nel quadrangolare di Napoli dove Barcellona incrocerà due grandi ex dello scorso anno, Marco Calvani e Gabriele Ganeto.

Time out per Barcellona

Time out per Barcellona

Barcellona-Viola Reggio Calabria 83-75
Parziali: 28-21; 50-29; 71-49
Barcellona: Maresca 14, Kelley 17, Da Ros 5, Garri 9, Shepherd 23, Borra 8, Fiorito 5, Spizzichini 1, Marchetti. All: Perdichizzi
Viola: Ammannato 8, Azzaro, Casini 8, De Meo, Deloach 29, Latella ne, Lupusor 2, Rezzano 5, Rossi 8, Rush 15. All: Benedetto

Commenta su Facebook

commenti