Barcellona cerca l’aggancio sotto la Mole. Riva: “A Torino vogliamo la matematica certezza dei playoff”

Gli esami non finiscono mai. Lo sa bene la Sigma Barcellona che, dopo l’esaltante e tonificante vittoria contro la Tezenis Verona che l’ha proiettata ad un passo dalla certezza aritmetica dei playoff (più quattro a tre giornate dalla fine), ritorna in trasferta e viaggia alla volta di Torino per affrontare domenica la Manital (palla a due alle 18, arbitri Materdomini, Migotto e Maschio).

Il Gm Antonello Riva e Gabriele Ganeto in conferenza stampa

Il Gm Antonello Riva e Gabriele Ganeto in conferenza stampa

Per la seconda settimana di fila la squadra del presidente Immacolato Bonina incrocia una squadra che la precede in classifica e mai come in questo caso l’occasione è propizia per cercare l’aggancio in classifica e “vendicarsi” del ko dell’andata che decretò la fine anticipata della gestione Perdichizzi e segnò una svolta nella stagione giallorossa. Considerata l’importanza della posta in palio a tre turni dalla fine della regular season, la gara verrà trasmessa in diretta streaming sul canale tematico LNP TV (collegamento dalle 17.50 con telecronaca di Niccolò Trigari e commento tecnico di coach Fabrizio Frates) e permetterà ai tani tifosi giallorossi, molti i residenti al Nord che raggiungeranno il capoluogo piemontese, di stare ancora più vicino ai propri beniamini.
Nella consueta conferenza pre partita è stato il General Manager Antonello Riva, lui che più di tutti ha costruito e puntato su questa squadra, esprimere con chiarezza il reale obiettivo di Barcellona: “Vogliamo i playoff” – esordisce così senza peli sulla lingua l’ex campione di Cantù e della Nazionale. “Il nostro calendario non è semplice considerato che in classifica da dietro ci tallonano tre squadre distanti quattro punti e di queste, due, hanno il vantaggio negli scontri diretti. Altra considerazione da fare è che fino ad oggi fuori casa non abbiamo mai vinto in campi importanti, per questo una vittoria al PalaRuffini diventerebbe per noi fondamentale. Abbiamo due chance, Torino appunto e Veroli, le sfrutteremo appieno per poterci allenare in vista dell’inizio dei playoff. Dobbiamo cercare di non arrivare all’ultima giornata per giocare una sfida playoff dentro-fuori a Veroli”.

Ganeto in azione

Ganeto in azione

Il dirigente appare sollevato pensando all’ultimo ruolino di marcia di Collins e compagni: “Non siamo in condizioni eccelse, ma la squadra si sta allenando bene. C’è sempre qualche acciacco, è normale ma tutti siamo concentrati sul difficile finale di stagione. I giocatori superano anche qualche dolorino che li affligge, le motivazioni infatti sono sempre a mille. Inutile dire che dall’avvento di coach Marco Calvani (7-3 il borsino vittorie-sconfitte, ndc) la squadra scende in campo con un atteggiamento differente, propositivo. Anche se non siamo riusciti a portare a casa le vittorie anche a Capo d’Orlando e Trento abbiamo fatto due buone partite e potevamo vincerle, restando in gara fino a pochi secondi dalla fine. Il gruppo è cosciente di potersela giocare contro tutti”.
Tanti elogi indirizzati ai prossimi avversari, una squadra che come Barcellona è partita per vincere il campionato ma che ha dovuto superare non poche difficoltà: “Andiamo a Torino con queste motivazioni, loro sono davanti a noi in classifica e possono disporre su un organico di valore. Hanno faticato col cambio di giocatori in organico, tutto si complica nel trovare i giusti equilibri. Bowers giocò proprio contro di noi una delle sue prime partite stagionali mentre Steele è entrato in corsa dopo l’infortunio, per questo noi siamo un po’ più avanti nella costruzione della squadra. Il “Mancio” non si discute pur se è reduce da un infortunio però in questo momento non si guarda alle condizioni fisiche, conta oggi solo il risultato perché non abbiamo ancora la certezza di partecipare ai playoff. Non dimentichiamoci che all’andata mancavano sia Ganeto (sarebbe arrivato entro breve) che Natali (infortunato), due pedine preziose nel nostro scacchiere che invece domenica ci saranno. Nel nostro organico sono cambiati tanti equilibri col passare dei mesi. Loro ci danno equilibrio, essendo delle armi tattiche per il nostro allenatore”.

L'esultanza alla fine dell'ultima gara di Ganeto  e Fantoni

L’esultanza alla fine dell’ultima gara di Ganeto e Fantoni

In ultima analisi la soddisfazione per un campionato apertissimo, che fino all’ultimo istante può regalare sorprese: “E’ normale che tutte le squadre puntano al massimo, chi vuole salvarsi, chi accedere ai playoff e chi vuole vincere il campionato. In palio ci sono punti e piazzamenti utili alla post season, sarà una gara interessante. A tre giornate dalla fine mi sarei aspettato di avere già il lasciapassare per i playoff, sarei bugiardo altrimenti. Un grande merito va a tante squadre che con dei budget meno altisonanti, come Veroli e Biella, stanno disputando un cammino importante”.
Insieme all’esperto di mercato era presente l’ala Gabriele Ganeto, giocatore nato proprio nel capoluogo piemontese: “Per me sarà una gara particolare, perché torno a casa. Non è una società propriamente di Torino (ha sede a Moncalieri, ndc) ma si tratta comunque di casa mia. Non ho nostalgia, conta innanzitutto la partita, tutto il resto è in secondo piano. Già da Verona sapevamo che ogni domenica sarà una finale. Anche in Piemonte assisteremo ad una battaglia, la prima delle ultime tre prima dei playoff”.
Il ragazzo racconta l’inizio della sua stagione, quando ha sostenuto un periodo di allenamenti con la Manital: “Mi sono allenato con loro ad inizio stagione per tenermi in forma e di questa possibilità concessami li ringrazio, ero senza squadra per sfortune fisiche passate. Di certo ho un senso di rivincita verso tutte quelle squadre che non mi hanno contattato, è normale, avrò la stessa fame di vittoria dei miei compagni. Punto a dare il cento per cento. Tutti i giocatori di Torino sono ottimi cestisti, non è la stessa squadra con la quale sono partiti in estate ma rimane assolutamente di primissimo livello. Sono ben allenati ma hanno attraversato anche loro qualche periodo difficile. Sarà dura tecnicamente perchè sono grossi fisicamente ed intercambiabili. Hanno tante varianti tattiche, noi ci stiamo preparando al meglio in settimana col nostro staff tecnico. La vittoria dà morale e non rilassamento, specie per come è maturata quella con Verona. Non era facile rimontare a quella Verona sedici punti, bravi noi e il pubblico a sostenerci. Qualcuno ci seguirà domenica e di questo ne siamo felici”.

Questo il video della conferenza stampa del general manager della Sigma Barcellona Antonello Riva e dell’ala Gabriele Ganeto:

Questo il video dell’appello al pubblico del playmaker della Sigma Barcellona Mauro Pinton:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com