Il “Bacigalupo” di Taormina tra i 15 campi più strani secondo Fox Sports

BacigalupoLo stadio "Valerio Bacigalupo" di Taormina

Il “Bacigalupo” di Taormina è uno tra i quindici campi da calcio più strani al mondo. A dirlo è Fox Sports, che ha condotto e pubblicato sul proprio sito una curiosa ricerca riguardo dei terreni di gioco che possono rientrare a pieno titolo, per le ragioni più diverse, nella categoria dell’assurdo.
Campi che sfidano le leggi delle fisica, come quello obliquo o quello su due livelli che si trova a Singapore, o terreni di gioco costruiti in posti impensabili, come il tetto di un centro commerciale cinese o dentro il “recinto di mura” di una favela: c’è di tutto, insomma, nella speciale raccolta del canale di Sky, che per l’occasione ha puntato i suoi riflettori anche sulla costa jonica.

Bagicalupo

La foto pubblicata sul sito di Fox Sports

Il motivo? Una funivia che passa sopra la testa dei calciatori e dei tremila spettatori che lo stadio può ospitare, giusto qualche metro più in alto rispetto al rettangolo verde taorminese. Fox Sports ha così pubblicato una foto in cui sono proprio alcune cabine a sorvolare l’impianto, con il cavo del mezzo che è posto esattamente all’altezza delle torri di illuminazione. Non sorprendetevi, dunque, se assistendo ad una partita nel centro jonico vedrete dei turisti o dei semplici pendolari passare sopra il terreno sintetico intitolato al portiere del Grande Torino, o se questo accadrà cinque o sei volte durante un singolo incontro. La fune “lavora” infatti lungo tutta la giornata, ovvero dalle 7:45 alle 20:00 e viaggia ad un ritmo di una corsa ogni quarto d’ora. Nel giro di due minuti il servizio connette il centro di Taormina con la zona mare con appunto, inclusa nel prezzo, la particolare vista sul “Bacigalupo”.

Villa hotel Diodoro

L’Hotel Villa Diodoro ha ospitato più fasi del calciomercato di Serie A

Un elemento davvero insolito, ma che di certo non pregiudica la regolarità del campo, cosa che, ad esempio, potrebbero fare la quercia cresciuta nel bel mezzo di un rettangolo da gioco a Tonciu, in Romania, o le linee bianche del campo tedesco di Karslruhe, che definire “approssimative” è un eufemismo. Un punto in più, insomma, per l’unicità della bellissima Taormina, non a caso definita “Perla dello Jonio”. La stessa città che, per il 26 e 27 maggio prossimi, è stata scelta dal governo italiano come città ospitante del G7 e che, restando in tema di pallone, ospita già da qualche tempo il calciomercato di Serie A, offrendo a procuratori ed emissari dei club più importanti d’Italia sole, mare e scenari meravigliosi.

Al “Valerio Bacigalupo”, stadio ampio e funzionale, non manca certo da divertirsi. Che si tratti di un match di Eccellenza giocato dalla formazione dello Sporting Taormina, peraltro in queste ore alle prese con il dubbio amletico sull’iscrizione al prossimo campionato, di una partita di Prima Categoria in cui è protagonista l’Atletico Taormina, oppure di un qualsiasi incontro delle formazioni giovanili, sappiate di essere in uno stadio speciale. Uno tra i quindici più strani al mondo.
Cliccando QUI è possibile visualizzare l’inchiesta pubblicata da Fox Sports

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

Commenta su Facebook

commenti