Attesa per i Regionali primaverili di fondo. La piscina scoperta fruibile tutto l’anno

20140306123721unimesport_580x300Sono stati presentati oggi, nel corso di una conferenza stampa, i lavori di ripristino della piscina olimpionica scoperta, sita nella Cittadella universitaria dell’Ateneo peloritano, che consentiranno martedì prossimo lo svolgimento, per la prima volta nella vasca di Unimesport, di una manifestazione agonistica di grande rilevanza, come i Campionati Regionali primaverili di fondo.

“La nostra intenzione – ha detto il prof. Daniele Bruschetta, Delegato alle Attività sportive – è quello di fare della Cittadella un centro di eccellenza aperto a tutti, dopo il rifacimento delle mattonelle saltate e l’ultimazione dell’impianto di riscaldamento della piscina olimpionica (costo 200.000 euro), del recupero degli spazi verdi e di altri impianti, è ora possibile renderla fruibile a tutta la cittadinanza, non solo per quanto riguarda le attività sportive ma anche quelle riabilitative”.

Il dott. Carmelo Trommino, Dirigente di Unimesport, ha poi evidenziato che con la costituzione del nuovo Cus Unime, si è rivalutato il panorama sportivo, che da adesso in poi potrà essere anche agonistico e non solo ricreativo. Il dott. Antonino Micali, presidente del CUS Università Messina A.S.D., ha poi voluto ricordare che lo scopo principale del Cus è quello di promuovere le attività sportive tra gli studenti e che a partire da dicembre il Cus si è affiliato a varie Federazioni sportive (calcio, basket, tennis, nuoto e pallanuoto, volley, triathlon, ginnastica artistica).

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Alla Cittadella è operativo un front office che fornisce tutte le informazioni relative alla possibilità di frequentare gli impianti, le tariffe sono immutate da 7 anni e le attività sono rivolte non solo al mondo universitario ma a tutta la città. Il dott. Carmelo Trommino, Dirigente di Unimesport , ha poi evidenziato che con la costituzione del nuovo Cus Unime si è rivalutato il panorama sportivo, che da adesso in poi potrà essere anche agonistico e non solo ricreativo. Quella che partirà martedì, infatti, sarà la prima manifestazione agonistica nella piscina olimpionica della Cittadella. Il dott. Antonino Micali, Presidente del CUS Università Messina A.S.D., ha poi voluto ricordare che lo scopo principale del Cus è quello di promuovere le attività sportive tra gli studenti e che a partire da dicembre il Cus si è affiliato a varie Federazioni sportive (calcio, basket, tennis, nuoto e pallanuoto, volley, triathlon, ginnastica artistica).

Il dott. Sergio Naccari, presidente Provinciale FIN, è infine intervenuto sui campionati di fondo che vedranno impegnati 52 atleti (il maggior numero di iscritti mai registrato per questo tipo di manifestazione) appartenenti a 9 società, delle quali tre messinesi: le Categorie Ragazzi nella prova dei 3000 metri, le Categorie Juniores e Assoluti (Cadetti e Seniores) nella prova dei 5000 metri.La gara è propedeutica e valida per l’ammissione ai Campionati Italiani Assoluti e di Categoria di Fondo Indoor. Le gare saranno disputate in prova unica a serie con classifica finale a tempi. Verranno stilate classifiche per categoria Assoluti (Seniores e Cadetti) Maschile e Femminile 5000m, Juniores maschile e femminile 5000m, categoria I Anno Ragazzi 3000m (anno 2000), categoria Ragazzi 3000m (anni 1998-99), categoria Ragazze 3000m. Per ogni graduatoria saranno premiati i primi tre atleti classificati: il vincitore sarà campione regionale di categoria.

Nell’ambito dei Campionati regionali, inoltre, lunedì 10 marzo, alle ore 15, presso l’Aula di Scienze Motorie della Cittadella sportiva si terrà un seminario sul tema “Il nuoto di Fondo in Sicilia e le metodologie per la costruzione del maratoneta d’acqua”; dopo la relazione di Roberto Marinelli, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Giovanile e Nuoto di Fondo, si svolgerà una tavola rotonda, alla quale interverranno il professori Daniele Bruschetta, docente in Medicina dello Sport, Ludovico Magaudda, coordinatore del Corso di Laurea In Scienze Motorie Sport e Salute, Fabio Trimarchi, coordinatore del Corso Di Laurea Magistrale In Scienze e tecniche delle Att. Motorie Preventive e Adattate e Debora Di Mauro, docente del Corso Di Laurea In Scienze Motorie Sport e Salute, all’incontro parteciperanno, inoltre, gli studenti del corso di laurea in Scienze Motorie sport e Salute.

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti