Atletico Messina, Bonsignore: “La spensieratezza e i giovani la nostra forza”

Edoardo BonsignoreEdoardo Bonsignore dell'Atletico Messina

Doveva essere un’annata di transizione, si è rivelato un inizio di campionato ricco di soddisfazioni. L’Atletico Messina si gode l’ottimo momento ma c’è anche un po’ di rammarico, perché lo stop imposto dalla Lnd per via dell’impennata dei contagi dovuti al Coronavirus ha fermato una corsa comunque importante. È vero che i soli tre punti di distacco dal duo di testa formato da Atletico 1994 e dal Città di Taormina potrebbero aumentare, considerato che le battistrada hanno disputato una partita in meno. Addirittura il Motta (che ha nove punti) ha giocato appena tre partite su sei, ma i biancoazzurri si sono rivelati comunque una delle compagini più in forma di questo primo scorcio di stagione.

Atletico Messina

L’Atletico Messina si carica prima del via

Adesso tutto il calcio dilettantistico si interroga su quale futuro lo attende, ma soprattutto se verrà attuata la circolare della Lnd che prevede il ritorno agli allenamenti il prossimo 24 novembre, in vista del ritorno in campo il 6 dicembre. Una prospettiva che secondo Edoardo Bonsignore difficilmente si concretizzerà: “Nutro parecchi dubbi in merito, la situazione in Italia non sta migliorando in modo tale da poter rimettere in moto la macchina del calcio dilettantistico. A sua volta credo che chi governa il calcio debba pensare anche a venire incontro alle società, ad aiutarle e supportarle economicamente. Il primo lockdown ha rappresentato una bella mazzata per quelle società che sono andate in contro a costi importanti. Il ministro Spadafora ha annunciato degli aiuti, per non far pesare sulle società il costo dei tamponi e delle igienizzazioni degli ambienti per garantire la sicurezza degli atleti”.

Il difensore commenta il buon avvio dell’Atletico Messina, capace di superare con profitto alcune difficoltà: “E’ vero, stiamo giocando bene e ci siamo tolti qualche soddisfazione, l’inizio di campionato è stato incoraggiante. Anzi possiamo recriminare per il pareggio interno con il Belpasso arrivato a tempo scaduto, altrimenti avremmo avuto due punti in più. Ma non guardo il bicchiere mezzo vuoto: credo che abbiamo ripreso un po’ da dove avevamo concluso, perché anche la parte finale dello scorso campionato, prima dello stop definitivo, era stata abbastanza positiva”.

Edoardo Bonsignore

Edoardo Bonsignore in azione con l’Atletico Messina

Per Bonsignore la mancanza di pressioni sta alla base di questi risultati: “L’anno scorso, per via dell’ingresso dei nuovi soci e anche per la squadra che era stata allestita, c’erano delle grandi aspettative sulla nostra stagione. Queste aspettative però hanno creato delle pressioni che molti di noi non erano abituati ad affrontare. La forza di questa squadra è sempre stata la spensieratezza e la tranquillità con cui si affrontano i campionati, quindi venendo a mancare questo fattore ci siamo un po’ snaturati. Quest’anno siamo ripartiti con voglia, abbiamo la fortuna di allenarci e di giocare nella struttura più bella della città, vale a dire il “Despar Stadium” a Bisconte, abbiamo in rosa tanti giovani interessanti e ringrazio il Camaro sia per lo spazio che ci concede che per i ragazzi, davvero forti, che ci consente di avere in rosa”.

In caso di ripresa del campionato, il destino del girone C potrebbe sembrare segnato, anche se nel calcio le sorprese non possono essere escluse a priori: “Il Città di Taormina ha una rosa straordinaria, con giocatori che potrebbero fare la fortuna di molte squadre anche in Eccellenza. Sicuramente sono costruiti per vincere e ci riusciranno, ma non credo che avverrà così facilmente. Questa categoria è molto dura e difficilmente chi vince lo fa a mani basse”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva