Arriva Leto in prestito da Crotone. Ursino: “Ha un bel passo e visione di gioco”

Dal Crotone arriva Davide LetoDal Crotone arriva Davide Leto

Arriva da Crotone il settimo under per l’ACR. L’obiettivo è tesserarne almeno un altro paio dal momento che il Messina è tra i club che vogliono ottenere il massimo in termini di contributi economici dalla Lega Pro, che ha soppresso l’obbligo legato all’età media ed introdotto premi progressivi per chi punterà sui calciatori nati tra il ’94 ed il ‘96.

Leto ha esordito con il Crotone in B in trasferta a Varese

Leto ha esordito con il Crotone in B in trasferta a Varese

Davide Leto è nato a Crotone il 4 novembre 1994 ed è cresciuto nella squadra della sua città, collezionando una quarantina di presenze e siglando 7 reti nella “Primavera” rossoblù. Per lui anche due apparizioni in serie B (l’esordio a Varese) e 7 gettoni in C unica l’anno scorso a Martina, dove non è riuscito ad affermarsi fino in fondo per via di un problema fisico.

A confermare il buon esito della trattativa il direttore sportivo calabrese Giuseppe Ursino, raggiunto telefonicamente al termine della sfida vinta dai pitagorici per 2-1 contro il Novara: “È un’operazione che dovrebbe presto andare a buon fine. Lo lasceremo partire verso Messina in prestito (com’era già accaduto un anno fa, quando venne girato ai pugliesi, ndc)“.

Davide Leto con la maglia del Crotone

Davide Leto con la maglia del Crotone

Garantirà un’altra opzione nel trio di centrocampo voluto da Di Napoli. Il dirigente del Crotone lo presenta così: “Davide è mancino, ma può giostrare sia a destra che a sinistra. È un elemento interessante, che ha ottima visione di gioco ed un bel passo. A Martina ha giocato poco per un infortunio ma quest’anno è stato sempre in gruppo durante il ritiro estivo ed adesso cerca maggiore continuità per crescere ancora”. Nonostante il cambio di proprietà, si rinnova quindi il feeling di mercato con un club che un anno fa girò ai siciliani l’esterno Marco Cane. Nelle prossime ore dovrebbe essere formalizzato l’accordo con Berardi, unico assente nell’amichevole disputata a Villafranca, insieme a Salvemini (appena arrivato da Terni, sempre in prestito), Burzigotti (il cui ingaggio dovrebbe essere ufficializzato lunedì, qui potete rileggere la sua intervista) e Barilaro, non ancora aggregato ai nuovi compagni.

Ecco, in attesa delle residue ufficializzazioni del club, l’organico provvisorio dell’ACR Messina:
Portieri – Stefano Addario (‘93), Alessandro Berardi * (’91), Angelo Raffaele Di Stasio * (’91).
Difensori – Aurelio Barilaro (’94), Lorenzo Burzigotti * (’87), Andrea De Vito (’91), Amilcare Fiumara (‘98), Daniele Frabotta * (’93), Luca Martinelli (’88), Luigi Palumbo (’91), Alessandro Parisi * (‘77), Genny Russo * (‘95), Matteo Zanini * (’94).
Centrocampisti – Pietro Baccolo (’90), Daniele Biondo * (‘91), Fabio Bossa (‘98), Fabrizio Massimo Bramati (’93), Giuseppe Fornito (’94), Carmine Giorgione (‘91), Davide Leto * (’94).
Attaccanti – Dario Barraco (’85), Salvatore Cocuzza (‘87), Sebastiano Longo (‘98), Gustavo Vagenin Di Mauro (’91), Fabio Padulano (’94), Francesco Paolo Salvemini (’96).

L'undici titolare sceso in campo a Villafranca

L’undici titolare sceso in campo a Villafranca

I calciatori contrassegnati dall’asterisco (*) non sono ancora stati ufficializzati.
La cessione di Addario al Messina è stata annunciata dalla Maceratese, quella di Barilaro dall’Ancona. I tre ’98 in rosa erano già di proprietà del club. I ’97 e ’98, che sono under in D, non rientrano nella lista di 24 calciatori che l’ACR presenterà in Lega. Il Messina lascerà peraltro un posto libero perché Parisi non è tesserabile fino al 10 ottobre 2015 per via di una precedente squalifica.

Commenta su Facebook

commenti