Argurio: “Nessun messinese dimenticherà Licordari”. Di Napoli: “A lui i nostri pensieri”

Mino LicordariMino Licordari negli studi della Rtp

Non è una vigilia come le altre per il Messina, che giovedì nel turno pre-pasquale sarà di scena a Catania, dove affronterà un atteso derby, che peraltro in trasferta non vince da oltre 60 anni. Nonostante le tre vittorie consecutive, che valgono una seria ipoteca sul settimo posto oltre che la definitiva certezza della permanenza, il pre-partita ha assunto un altro sapore dopo la prematura scomparsa di Mino Licordari, uno dei giornalisti più amati, uomo simbolo di un’epoca non soltanto calcistica.

Argurio

Il direttore sportivo Christian Argurio

Commosso e significativo il ricordo tracciato dal direttore sportivo Christian Argurio: “Da messinese seguivo le sue trasmissioni e ho avuto la fortuna di conoscerlo da piccolo. È il pioniere della televisione locale messinese. Aveva una grande passione e l’ha saputa trasmettere al pubblico, dai tempi di Scoglio alla serie A, che era orgoglioso di raccontare per le testate nazionali. Con un sorriso diceva tante cose: è una figura indimenticabile per qualsiasi messinese”.

Il dirigente giallorosso tiene a rimarcare il valore sociale delle sue trasmissioni, “che erano peraltro attesissime: sapeva creare un movimento unico attorno alla squadra, come dimostrano le trasferte che ha contribuito ad organizzare. Poi dal punto di vista professionale ha fatto anche tanto altro oltre al calcio, dimostrando un amore unico per questa terra. In questo momento sono molto vicino al figlio Maurizio, che ho visto crescere ed apprezzo come professionista, ed ai familiari tutti”.

Raffaele Di Napoli

Raffaele Di Napoli in sala stampa

E nell’emittente televisiva catanese Telecolor nella serata di martedì è intervenuto anche il tecnico giallorosso Lello Di Napoli, in vista del derby in programma giovedì al “Massimino”: “Lo stiamo preparando come tutte le altre partite, pur sapendo che non è una gara come le altre. Avremo due risultati su tre a disposizione. Saremo soltanto in 24, ma è come se ci accompagnasse l’intera città e vogliamo regalare ai tifosi una grande soddisfazione”.

Anche dall’ex vice di Campilongo e “Re Artù” è arrivato un messaggio di cordoglio per quanto accaduto nelle ultime ore: “In questo momento purtroppo i nostri pensieri vanno ad una persona che non c’è più, Mino Licordari, giornalista e avvocato, ma soprattutto tifoso del Messina. Siamo dunque vicini a Maurizio ed ai parenti”.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.