Archiviata con successo la quarta giornata dell’Horcynus Festival

Massimo Barilla

Massimo Barilla

Entra nel vivo la dodicesima edizione dell’Horcynus Festival, giunto alla quarta serata. In evidenza la proiezione del film “The Silent Chaos” del regista Antonio Spanò, fra l’altro ospite della serata. La pellicola documentario è incentrata sulla guerra civile del Congo e mette in risalto non soltanto la forza dei ribelli nel difendere la loro terra, ma anche come la popolazione emarginava i “diversi” della società,  come ad esempio i sordomuti. Successivamente Caterina Pastura e Massimo Barilla hanno tenuto il consuento appuntantamento con TraSbordi, che si è focalizzato sulle opere di Bartolo Cattafi “Le isole Lontane” e Eugenio Vitarelli “Acqualadrone”. Sempre Massimo Barilla ha curato “Memorie in Costituzione”, che mette in evidenza gli aggiornamenti degli Archivi della Fondaziome Horcynus Orca con particolre attenzione agli “Archivi della Memoria Condivisa Boris Giuliano e Carmelino Di Fazio”, tra cui alcuni documenti sul caso Moro. Con l’occasione è stata presentata l’adesione da parte della Fondazione alla “Rete nazionale degli Archivi per non dimenticare” ed il protocollo d’intesa con il Centro Flamigni e l’Archivio di Stato. Inoltre si è instaurata una collaborazione con il presidio di Libera Messina. A chiudere la serata sono state le proiezioni di due film: “Padre Nostro” di Vinko Bresan e “The Tree Of Life” di Terrence Malick.

Commenta su Facebook

commenti