Anche Chiaria è un doppio ex: “Ma domenica farò il tifo per il Messina”

Roberto Chiaria in azione

A seguire con interesse la sfida mattutina tra Ischia e Messina ci sarà anche l’attaccante Roberto Chiaria, che i Lo Monaco hanno portato a Milazzo prima ed in riva allo Stretto poi. L’attuale punta dell’Akragas vice-capolista in serie D ha indossato anche la maglia dell’Ischia ma l’avventura in Campania non è stata particolarmente felice ed il calciatore originario di Cernusco sul Naviglio non fa nulla per nasconderlo: “Tra Ischia e Messina tiferò sicuramente per i giallorossi. Ho un ricordo indelebile di entrambe le esperienze, ma in Campania ho vissuto una parentesi davvero pessima. Tanto che fu una grande soddisfazione quando li ho affrontati segnare l’1-1 con la maglia del Messina nella gara valida per la Poule Scudetto. Peraltro anche a livello di tifoseria e di società non si può fare un paragone”.

Il gol realizzato da Roberto Chiaria in Messina-Ischia

Uno stacco di Roberto Chiaria in Messina-Ischia

I peloritani prelevarono Chiaria nel corso del mercato invernale proprio dai gialloblu. In giallorosso fu determinante per la promozione attesa in Sicilia da un quinquennio, con ben 10 realizzate in 17 gare, alle quali ne seguirono altre 3 (più una in Coppa Italia contro il Catanzaro) nella successiva annata in Seconda Divisione: “Non sono stato messo nelle condizioni di esprimermi al meglio, sono stato in disparte e spesso mi sono allenato da solo. Con il Messina invece sul campo ho ottenuto grandi soddisfazioni. In queste settimane ho sentito tanti ex compagni, ai quali sono molto legato, e sto seguendo le partite in diretta sul web. Sono convinto che il Messina si risolleverà sicuramente: in rosa ci sono tanti buoni giocatori e la salvezza è alla portata. Gli auguro di raggiungere presto l’obiettivo prefissato”.

La punta milanese in azione con la divisa dell'ACR al San Filippo

La punta milanese in azione con la divisa dell’ACR al San Filippo

L’ultimo successo in rimonta con la Tiger Brolo ha consentito all’Akragas di dimezzare da sei a tre i punti di distacco dal Torrecuso capolista. I tanti ex messinesi sognano quindi una nuova promozione tra i professionisti: “Con me con i biancazzurri ci sono anche Chiavaro e Savanarola e chiaramente il rapporto che avevo instaurato con loro in precedenza mi ha sicuramente aiutato ad ambientarmi. Con loro avevo condiviso tante gioie, li conoscevo ed avevo già avuto modo di apprezzarne le qualità”. Un altro volto noto al nostro calcio, l’ex Camaro e Città di Messina Roberto Assenzio, ha invece appena lasciato Agrigento e si accaserà alla Viterbese.

Chiaria, che nelle ultime settimane è andato a segno contro la Neapolis e la Frattese, è ottimista sulle chances degli agrigentini: “Ci credevamo prima, adesso che il Torrecuso è distante appena tre lunghezze ci speriamo a maggior ragione”. Inevitabile anche una battuta sul livello del campionato di serie D, che per molti addetti ai lavori è inferiore a quello vinto dal Messina dopo un lungo testa a testa con il Cosenza: “Non amo molto i paragoni. La realtà è che ogni campionato ha una storia a sé ed anche quello attuale è ricco di insidie, con avversari e singoli di assoluto spessore”.

Commenta su Facebook

commenti