Amando Volley in casa con Castellana vuole allungare la striscia vincente

Amando Volley Santa TeresaLa Villa Zuccaro Schultze Santa Teresa

Sfruttare al meglio il doppio turno consecutivo al PalaBucalo per dare sempre più consistenza alle proprie ambizioni di recitare un ruolo da protagonisti nel campionato di serie B2. L’Amando Volley si prepara ad affrontare sabato alle ore 17,30 la Brio Lingerie Castellana Grotte, match valido per la terza giornata e seconda gara consecutiva in casa.

La formazione pugliese vanta tre punti in classifica ed è reduce dalla vittoria interna sulla Pallavolo Sicilia Catania, mentre nella partita d’esordio è stata sconfitta a Castelvetrano dalla Primeluci Geolive. Le ragazze allenate da Massimiliano Ciliberti sono apparse in crescita ed hanno delle buone individualità tra cui spiccano l’opposto Carlozzi e Carlotta Romani, che i tifosi ricordano per averla vista all’opera lo scorso anno proprio a Santa Teresa.

Carlotta Caruso

Carlotta Caruso

L’Amando sponsorizzata Villa Zuccaro – Schultze, reduce da due vittorie consecutive, ha preparato con attenzione il match continuando il percorso di affiatamento e di rodaggio del roster completatosi negli ultimi giorni prima dell’inizio del torneo. Il coach Luana Rizzo mantiene alto il livello di attenzione e stimola tutte le atlete a sua disposizione. Per la gara con Castellana Grotte sono state convocate le palleggiatrici Caruso e Glorioso, le schiacciatrici Rania, Escher, Bertiglia, Gambadoro, le centrali Rapisarda, Cassone, Richiusa e i due liberi Pietrangeli e Cosentino.

A soffermarsi a parlare con i giornalisti per la presentazione dell’incontro è la palleggiatrice Carlotta Caruso, che va dimostrando gara dopo gara il suo potenziale. “Ci siamo allenate con intensità ed abbiamo preparato a dovere la partita di sabato. Siamo contente delle prime due vittorie, ma ogni gara è un capitolo a parte, sappiamo che abbiamo ancora molto da lavorare e di quanto sia lunga la strada. Daremo il massimo anche perché supportate dai nostri fantastici Eagles“.

Commenta su Facebook

commenti