Alma Patti, Kramer: “Stagione fantastica che ci spinge a fare ancora meglio”

Buzzanca e KramerCoach Buzzanca e Mariana Kramer

Il team manager dell’Alma Patti Mariana Kramer ha lasciato ad inizio 2021 l’attività sportiva dopo tanti anni da protagonista sui parquet. Ogni volta che ritorna a Messina rivive grandi ricordi rivedendo molti amici di tante esperienze del passato a riprova del grande ricordo ancora vivo nella mente di tutti gli appassionati che hanno avuto il piacere di conoscerla: “Nel momento del ritiro dall’attività agonistica ricevere così tanti attestati di stima da persone che ho conosciuto nei diversi anni da giocatrice mi ha fatto molto piacere. Per il nostro club è stata davvero una stagione fantastica. Il campionato è stato ottimo, nessuno se l’aspettava, ma in considerazione del grande lavoro svolto in palestra con estrema professionalità è stato bello essere ripagati così”. 

Mariana Kramer

Mariana Kramer con i figli (foto Scaffidi)

L’attenzione è già rivolta a settembre, mese della ripartenza per il secondo anno di fila in serie A2 del club pattese. Un aiuto importante potrà arrivare anche dal pubblico che dovrebbe tornare ad essere protagonista: “Per noi il fatto che il pubblico possa entrare al palazzetto è qualcosa di fondamentale, è una volontà del nostro presidente che fa tanto per questa realtà, è tenace e spera di rivedere i tifosi sugli spalti. Se siamo giunte a questo livello lo dobbiamo al presidente Scarcella“.

Elogio all’intero roster col quale dapprima ha condiviso lo spogliatoio e poi ha seguito da vicino da dirigente: “Il gruppo di quest’anno si è dimostrato composto da grandi professioniste sotto tutti i punti di vista. Serie dentro e fuori dal campo, perché questo è il loro lavoro. Credo che con le giuste riconferme possiamo ripeterci dopo quanto fatto nel nostro primo anno in A2. Essere unite dentro e fuori è uno dei segreti per fare bene”.

Cus Unime San Matteo

Mariana Kramer in maglia San Matteo Cus Unime (foto Vincenzo Nicita Mauro)

In massima serie è arrivata la squadra che aveva estromesso in semifinale l’Alma. Questo dimostra che soltanto un top team poteva eliminare il club bianco blu, grande protagonista della stagione: Faenza ci ha eliminato dalla corsa playoff sfruttando la grande esperienza in proprio possesso. In gara-1 in casa nostra, però, abbiamo mostrato ottime cose ed è un bel segnale per il futuro. Ci incoraggia e ci dà fiducia in vista della nuova stagione perché vogliamo crescere ancora”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva