Al Trofeo di Acireale successi dei pugili Eddy Muyodi e Laminie Oulare

Rinaldi e Oulare A.S.D.Cuba Boxe ClubRinaldi e Oulare A.S.D.Cuba Boxe Club

Si è svolto sabato 7 Luglio ad Acireale il 4° Trofeo Nazionale di pugilato che ha visto protagonisti 3 pugili messinesi, 2 dell’A.S.D. Cuba Boxe Club dei maestri Astone e Rinaldi e un pugile della Meeting Club del maestro Forganni.

Eddy Muyodi

Eddy Muyodi

A salire sul ring per primo è il peso super massimo della Meeting Club, Eddy Muyodi dell’Uganda. Impegnato nei 91 kg ha incrociato i guantoni con il pugile della Catania Ring, Santo Trovato. Un incontro condotto già dai primi scambi da Muyodi che prendeva l’iniziativa andando a segno con i suoi colpi potenti e precisi. A metà della prima ripresa con un montante ben piazzato Muyodi manda al tappeto Trovato. Il match riprende ma dopo poco gli arbitri dichiarano la sospensione cautelativa, sancendo la vittoria del pugile della Meeting Club.

Poi è il turno di Mohamed Laminie Oulare (Cuba Boxe Club) della Guinea nella categoria 60 kg. Sul ring ha incontrato il pugile della Pugilistica Leto di Palermo, Pasquale Barone. Con una serie di ganci al fianco sinistro Oulare si porta in vantaggio, e nella seconda ripresa riesce con un montante ben assestato a far contare l’avversario. Un successo che lascia ben sperare per il futuro della sua carriera. Non si è disputato il match di Michele Arena con il pugile della Pugilistica Leto, Andrea Garofalo perché il suo avversario non è rientrato nei limiti di peso per la categoria medi. Altri 7 match dilettanti hanno fatto da cornice all’incontro clou della serata (finito con un verdetto di parità) tra i due professionisti Simone Curcuruto (Acireale Boxe) e il maltese Keith Azzopardi nei pesi welter 66kg.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti