A Provinciale l’ultimo saluto a Ricciardi. La maglia biancoscudata sul feretro

RicciardiDue maglie biancoscudate e una sciarpa sul feretro (foto Ciccio Saya)

La Chiesa di Provinciale ha ospitato l’ultimo saluto al dottore Filippo Ricciardi, per quarant’anni al fianco del Messina, di cui è divenuto un’autentica icona, come il tecnico Franco Scoglio e il massaggiatore Ciccio Currò. Per celebrare l’amore tra il Messina e Ricciardi, un’autentica istituzione del calcio giallorosso, sul feretro sono state deposte alcune maglie biancoscudate e svariate sciarpe.

Ricciardi

Una divisa dell’amato Messina sulla bara del dottore Ricciardi (foto Ciccio Saya)

Presenti i gruppi organizzati del tifo giallorosso, tanti ex calciatori e dirigenti, come Polizzo, Aneri, Parisi, La Rosa, Beninato, Irrera, Chirieleison e Sulfaro, e una delegazione dell’Acr, con alcuni under affiancati dal responsabile dell’area tecnica Cocchino D’Eboli, dal direttore generale Pierluigi Di Santo, dal team manager Roberto Buttò, dal massofisioterapista Carmelo Cutroneo, dal magazziniere Giovanni Cirino e dall’ufficio stampa.

L’ex medico sociale, che avrebbe compiuto 88 anni il prossimo 24 giugno, negli anni Cinquanta è stato calciatore delle giovanili del club e proprio in quell’occasione conobbe Currò, con cui ha avuto un’amicizia trentennale. Negli anni Settanta affiancò il professor Saitta nello staff medico della prima squadra, poi nel 1974 diventò il medico effettivo. Solidissimo il legame con tanti protagonisti del calcio cittadino, da Totò Schillaci a Peppe Catalano, da Antonio Bellopede a Igor Protti.

Acr Messina

La delegazione dell’Acr Messina ai funerali (foto Ciccio Saya)

Il 6 dicembre 2016 tornò al “Franco Scoglio” e per coronare la sua presenza numero 1610 sulla panchina giallorossa venne omaggiato con una maglia celebrativa consegnata dall’allora presidente Natale Stracuzzi, prima del match poi perso con il Lecce. Divisa che è stata esposta sopra la bara.

Nel settembre 2017, subito dopo la costituzione del “nuovo” Acr di Pietro Sciotto, fu reinserito nell’organigramma del club, anche se in considerazione dell’età ormai avanzata l’incarico fu di breve durata. Ha sempre avuto un amore smisurato per la città, la squadra e i calciatori, che in queste ore lo hanno ricordato con commozione, come tutti i tifosi messinesi, che all’uscita del feretro dalla Chiesa gli hanno tributato un lungo applauso.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva