Zavettieri: “Ringrazio i ragazzi, siamo in una situazione particolare”

Nunzio Zavettieri

Per la prima volta, al decimo confronto diretto, tra Messina e Juve Stabia è uscito il segno “X”. Un pari che fa comodo ai gialloblù allenati da Nunzio Zavettieri, al settimo risultato utile consecutivo: “E’ normale che alla vigilia pensavo che un pari a Messina avrebbe potuto farci comodo – ha detto il tecnico di origini calabresi in sala stampa – ma oggi volevamo prendere i tre punti. Siamo in una situazione particolare e ringrazio i ragazzi per l’impegno. Abbiamo in squadra dei valori, in questo momento inespressi, e mi aspetto ora una crescita del gruppo dal punto di vista del gioco”.

Nunzio Zavettieri in panchina

Nunzio Zavettieri in panchina

“Spesso ci complichiamo la vita da soli – prosegue Zavettieri – è un po’ una nostra costante. Abbiamo concesso il colpo di testa a Burzigotti su calcio piazzato e poi la chance di Giorgione. Nel primo tempo siamo stati ordinati, rischiando poco. Nella ripresa siamo invece cresciuti molto, facendo qualche buona trama e andando anche vicini a segnare. Il risultato alla fine è giusto, tra due squadre toste. Noi dobbiamo pensare a migliorare il rendimento in casa ed alla qualità del gioco. Il Messina ha tutte le carte in regola per disputare un campionato importante. Non so invece dove possiamo arrivare noi, ma dobbiamo pensare solo alla partita successiva, senza guardare più avanti. 

A pesare in casa stabiese sono anche le tantissime assenze. Nell’affollatissima infermeria c’è anche l’ex giallorosso Maiorano, il cui rientro è ancora molto lontano. “Non ho avuto ancora il piacere di averlo a disposizione, era già infortunato da prima che arrivassi. Però non voglio parlare delle assenze e trovare alibi. Chiunque giochi deve cercare di dare il massimo”.

Commenta su Facebook

commenti