Violazioni CO.VI.SO.C.: deferiti il Messina e l’ex ad Gugliotta

Pietro GugliottaL'amministratore delegato dell'ACR Messina Pietro Gugliotta

A seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., il Procuratore federale ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare Pietro Gugliotta, amministratore delegato e legale rappresentante pro-tempore del Messina, “per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver corrisposto, entro il 16 febbraio 2017, le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di novembre e dicembre 2016 e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps sopra indicati”. A titolo di responsabilità diretta e di responsabilità propria è stata deferita anche la società.

Micali, Di Bartolo, Gugliotta, Stracuzzi e Oliveri

Micali, Di Bartolo, Gugliotta, Stracuzzi e Oliveri sono usciti di scena a fine gennaio

In un secondo documento, il Procuratore federale ha deferito Pietro Gugliotta “per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver corrisposto, entro il 16 febbraio 2017, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di novembre e dicembre 2016 e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati”. Anche in questo caso, a titolo di responsabilità diretta e di responsabilità propria, è stato deferito anche il Messina.

Commenta su Facebook

commenti