Vanigli: “Matera propositivo sugli esterni”. Conticchio: “È in lizza per la promozione”

Richard VanigliRichard Vanigli nel corso di "Antenna Giallorossa"

Tra i protagonisti dell’ultima puntata di “Antenna Giallorossa” su Rtp, c’erano anche i collaboratori di Cristiano Lucarelli, da quattro gare sulla panchina del Messina.

Alessandro Conticchio

Alessandro Conticchio negli studi di Rtp

Richard Vanigli, che da calciatore è stato bandiera del Livorno, con quasi 200 presenze complessive con i toscani, in settimana ha preparato con attenzione, insieme al resto dello staff, la delicata sfida alla vice-capolista: “Il Matera è un’ottima formazione. Dopo avere seguito dal vivo Monopoli-Messina, gara subito dopo la quale è iniziata la nostra gestione, ho assistito a poche ore di distanza alla netta affermazione dei lucani con il Catanzaro. Un match che la squadra di Auteri ha vinto 4-0 dopo l’iniziale traversa centrata dagli ospiti con Giovinco. I calabresi in fase di ripartenza li hanno comunque messi in difficoltà”.

Vanigli ha evidenziato le grandi qualità del prossimo avversario: “Hanno ottimi giocatori in tutti i reparti e propongono un 3-4-3 molto propositivo, simile al Taranto, ma con un gioco molto più offensivo. Gli esterni sono sempre proiettati in avanti e giocano molto sulle fasce. L’allenatore non ha bisogno di presentazioni: conosce l’ambiente e in quella piazza ha già fatto bene. È una partita insomma da preparare minuziosamente, nei particolari”.

Vanigli e Conticchio

Richard Vanigli e Alessandro Conticchio affiancano Lucarelli anche in riva allo Stretto

L’ultimo gol al passivo, quello di Taranto, ha palesato ancora qualche limite di tenuta da parte dei giallorossi: “Purtroppo sul gol Foresta si è fatto sorprendere ma avremmo comunque dovuto contrastare il cross e poi marcare meglio in area. E il ragazzo è uno di quelli che non si risparmia mai. La responsabilità è stata di tutta la squadra, ha toppato l’intero reparto difensivo”.

Alessandro Conticchio, che in carriera ha raggiunto le 150 apparizioni con la maglia del Lecce, confida nello spirito mostrato dalla squadra proprio dopo il pari subito nella ripresa domenica scorsa: “I nostri ragazzi sono rientrati nello spogliatoio incazzati, pur avendo ottenuto un punto fuori casa, su un campo difficile. Questo ci conforta. Fino all’ultimo si è provato a vincere e la prestazione è stata convincente”.

Lucarelli e soci sanno comunque che saranno necessari ulteriori interventi e che è meglio non esaltarsi troppo: “I problemi ci sono ma c’è la volontà di intervenire sul mercato. Non è facile perché chi è senza contratto da diversi mesi o lavora a casa ha bisogno di tempo per riprendere la forma migliore. A gennaio si potranno magari fare interventi mirati. Ad ogni modo vogliamo dare il massimo per uscire dalle posizioni più calde della classifica. Poi se arriveranno giocatori di spessore sarà meglio ovviamente”.

Francesco Totti

il grave infortunio occorso a francesco totti nel 2006 in un contrasto con richard vanigli

Anche Conticchio ha lodato le qualità del Matera: “Una squadra importante, costruita per vincere. Se non lo fa è solo perché ci sono Lecce, Juve Stabia e Foggia, che considero la favorita. Tutte e quattro si giocheranno comunque fino alla fine la promozione”.

Vanigli e Conticchio sono accomunati da un destino beffardo, dal momento che il loro nome viene ricollegato anche a due gravi infortuni occorsi ai loro avversari. L’ex livornese ha ricordato così il fallo su Francesco Totti all’Olimpico: “Fu un intervento normale, non lo colpii neppure. Non c’era cattiveria e lui stesso se n’è reso conto e lo ha ammesso. Quando affronti grandi campioni, alla vigilia di un Mondiale, la risonanza è importante. Fortunatamente guarì in fretta e vinse il titolo”.

Andò decisamente peggio a Ciro Ferrara, che in un contrasto con Conticchio rimediò la frattura di tibia e perone, alla vigilia di Francia ’98: “Fu un incidente, tanto che non venni neanche ammonito – ricorda il collaboratore di Lucarelli – Ciro è stato fermo un anno ma mi fece comunque avere una sua maglia autografata”.

Commenta su Facebook

commenti