Undici volte Città, ma il Biancavilla tiene. Testa a testa Camaro-Giarre per i play-off

L'esultanza dei giocatori del Città di Messina a Giarre

Anche il turno infrasettimanale sorride al Città di Messina. La formazione guidata da mister Furnari ha centrato infatti l’undicesimo successo consecutivo superando in una non semplice trasferta il Paternò. Con il solito 1-0 i peloritani conquistano ancora l’intera posta, per effetto di un gol messo a segno al 77′ da Damiano Lo Giudice. Una vittoria che fa volare la capolista a quota 53. Resta però sulla scia ed a sei punti di distanza il Biancavilla, che a Caltagirone fa la voce grossa e ottiene i tre punti in ”zona Cesarini”. La formazione di mister Napoli va sotto, subendo un gol da Floridia nella ripresa. Successivamente i gialloblu pareggiano i conti con Savanarola, effettuando il sorpasso definitivo ad un minuto dal termine con una rete messa a segno da Randis, al suo nono centro in campionato.

Roberto Assenzio, capitano del Camaro, in azione contro il Sant’Agata (foto Familiari)

Rialza la testa invece il Sant’Agata che, dopo due sconfitte consecutive, ritrova il successo superando in casa gli orgogliosi tifosi dell’Atletico Catania. Un pesante 8-0 che rilancia in classifica gli uomini di Bellinvia, adesso soli sul gradino più basso del podio con 44 punti. Quarto invece lo Scordia che, a Mascalucia, non va oltre il pari contro un buon Catania S.Pio X, imbatutto da tre turni di fila. Gli ospiti vanno in vantaggio con la rete del solito Provenzano, venendo raggiunti  nella ripresa dai padroni di casa con una rete di Abate. Nel segno del tre invece, il Camaro supera in trasferta il fanalino di coda Ragusa, fermo ancora a quota nove punti. La formazione di mister Ferrara si è infatti imposta per 3-0, andando in gol con Ancione, D’Amico e Assenzio. Un successo che vale i 40 punti, abbastanza per mantenere saldamente i neroverdi in zona play-off.

Ko amaro per il Pistunina, sconfitto dal Real Aci

E sulla stessa lunghezza d’onda viaggia anche il Giarre, uscito vittorioso dal match interno disputato contro l’Avola. Tre punti facili per la formazione di Mascara, maturati in virtù di un 3-1, che sul campo ha sancito il netto divario tra le due formazioni. Decisive ai fini del risultato le reti messi a segno da Carbonaro, Leotta e Patanè, vana invece per gli ospiti la marcatura siglata da Mangiagli. Cade invece il Pistunina, sconfitto per 2-1 in trasferta dal Real Aci. Chiude il programma la vittoria a tavolino del Rosolini contro l’Adrano che, per la seconda volta consecutiva, ha deciso di non calcare il campo in segno di protesta contro la dirigenza.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti