Un Milazzo a corto di rotazioni non può nulla sul campo del Green Palermo

Green-Milazzo

Sesta vittoria consecutiva per il Green Basket, che liquida senza fatica il Milazzo col punteggio di 84-44 in una partita mai in discussione.
Gara nel vivo con un parziale Green di 7-0 a inizio match firmato da Jovic e da Lebo in contropiede. Forse con la convinzione che la gara sia già in discesa, i biancoverdi perdono la concentrazione e La Spada chiude contro-break di 0-6 ospite. La squadra di coach Bonanno ben presto però trovare il modo di martellare la difesa ospite: tre triple di Lombardo ristabiliscono le distanze sul 20-6 dopo il primo periodo.
A inizio secondo quarto nuova fiammata di Milazzo con sette punti di Mori, che portano la formazione ospita anche sul -5 (22-17), il Green però fa valere la maggior qualità e ritorna presto sopra la doppia cifra di scarto. La tripla di Lebo sancisce il +13 (33-20). Poi la squadra di casa allunga, performando in difesa dove sfrutta tutta la difficoltà degli avversari a fare canestro, chiudendo 40-20 la prima metà di gioco. Da segnalare, nella prima parte di gara, l’ovazione del pubblico del Pala Don Bosco tutta per Fabio Bontempo, al ritorno dopo quattro mesi di stop.
Milazzo non ha molte velleità di riprendere il match, ma mostra un po’ d’orgoglio al rientro in campo quando con due triple di Italiano torna sul -16 (42-26). Il Green però è veramente troppo attrezzato per non far suo questo match: coach Bonanno ovviamente dosa col bilancino minuti e sforzi dei suoi, contando su un grosso margine e sulla tanta voglia degli under. 59-40 al termine del terzo quarto per i biancoverdi.
Senza intoppi il quarto periodo che è vera e propria passarella. Molto bella l’ovazione per i primi due punti in campionato di Bontempo in contropiede: prova utile per l’orlandino (subentrato nei dodici a Fazio, a riposo), che deve ancora ritrovare confidenza con campo e contatti dopo il lungo stop. Nell’ultimo periodo la partita scorre via, Lebo regala e Lombardo regalano qualche giocata di livello prima di andare in panchina per riposare, nel finale Biondo e Tagliareni si mette in luce chiudendo il loro personale tabellino con otto e undici punti. Il finale non passa certo nella storia del gioco, chiudono la partita due punti allo scadere di Lupo, apprezzabile in diversi frangenti di gioco per intensità e impegno. Finisce 84-44, tutto da copione, il Green adesso può volgere lo sguardo alla partita con Cefalù di domenica, viatico di una stagione in cui oramai ogni scontro diretto assume sempre più i contorni dello partita da “dentro-fuori”.

Palla a due (Green-Milazzo)

Palla a due (Green-Milazzo)

Green Basket-Minibasket Milazzo 84-44
Parziali: 20-6, 20-14 (40-20), 19-20 (59-40), 25-4 (84-44).
Green Basket: Gullo 3 (0/1, 1/2), Cacciavillani 4 (2/5, 0/3), Lebo 13 (1/2, 3/4, 2/3), Lombardo 19 (2/2, 4/6, 3/7), Jovic 9 (1/3, 4/6), Trevisano 10 (4/6, 3/6, 0/1), Tagliareni 11 (4/5, 2/2, 1/3), Biondo 8 (1/2, 2/2), Bontempo 3 (1/2, 1/2), Lupo 4 (2/2, 0/1), Cerasola (0/2, 0/2), Vitale (0/1). All. Bonanno, Vice: Verderosa.
(T2: 22/39, T3: 9/21, Rimbalzi: 44, Recuperi: 20, Perse: 19, Assist: 23, Punti in area: 36)
Minibasket Milazzo: Italiano 14, C. Giorgianni 4, Cuccuru 2, Trio 6, Scilipoti 7, La Spada 2, Maimone, Lanuzza, Mori 7, Amato 2, Saporita, Vecchiet ne. All. F. Giorgianni.
Arbitri: Marco Paolo Perrone di Mazara del Vallo e Andrea Federico Castorina di Giarre (CT).
Falli: Green 13 – Milazzo 23. Tiri liberi: Green 13/22 – Milazzo 6/8.
Uscite per falli: La Spada (Milazzo).

Commenta su Facebook

commenti