Un Città di S.Agata poco cinico si fa raggiungere dall’eterno Corona

Cicirello e G. Bontempo a fine partita

E’ la dura legge del gol, fai un gran bel gioco però… Cantavano cosi gli 883 qualche anno fa. È quanto accaduto al S.Agata nel nella trasferta etnea contro l’Atletico Catania. Particolarmente nei primi 45 minuti la squadra di Bellinvia ha sciorinato una grande prestazione trovando il gol con Isgrò e costruendo almeno altre cinque occasioni da rete che un po’ per imprecisione un po’ per bravura del portiere avversario, non sono andate a buon fine. Come spesso accade nel calcio, quando le partite non si chiudono, succede che in uno dei rarissimi tiri verso la porta di Inferrera, i locali trovano il pareggio. Con grande rispetto verso l’Atletico Catania che ha giocato la sua onesta partita, si può parlare tranquillamente di due punti persi, che allontanano la squadra dalla vetta della classifica.

Santino Bellinvia, tecnico del S.Agata

Sicuramente c’è ancora parecchio da lavorare sia sotto il profilo atletico, la squadra nella ripresa è apparsa in calo, sia sotto l’aspetto mentale, perché gare come quelle di oggi quando si ha la possibilità vanno chiuse molto prima senza tenere in partita gli avversari. Per la cronaca partenza fulminea del S.Agata che dopo 34 secondi ha l’opportunità di portarsi in vantaggio. Zingales sulla sinistra lavora un buon pallone e poi lo scodella dentro dove è appostato Isgrò che di testa mette a lato. Al 2′ il S.Agata trova la vantaggio con Cicirello che ruba palla a Caruso e poi la deposita in porta, ma il gol viene annullato per un presunto fallo di mani dello stesso attaccante. I biancoazzurri però non hanno neppure il tempo di rammaricarsi visto che 120 secondi dopo arriva il vantaggio. Mincica dalla sinistra taglia un bel pallone sulla corsia opposta per Isgrò che controlla e poi scaraventa il pallone sotto la traversa.

Il S.Agata gioca bene e al 12′ costruisce una nuova palla gol con Privitera che dal fondo mette un pallone invitantissimo al centro sul quale ne Cicirello ne Isgrò riescono ad intervenire. La squadra di Bellinvia gestisce bene la partita ed in chiusura di frazione costruisce tre nitide occasioni da rete. Al 42′, Cicirello scarica una gran botta respinta a fatica da Caruso, il pallone perviene a Mincica che incredibilmente lo mette sul fondo. Al 45′, Isgrò perfeziona un perfetto assist per Mincica che da buona posizione manca la battuta. Nel corso del 1′ di recupero Cicirello conquista palla a metà campo e s’invola tutto solo, ma poi calcia sul portiere in uscita. Il S.Agata va al riposo meritatamente in vantaggio anche se lo stesso poteva e doveva essere più cospicuo. Nella ripresa al 46′, Cicirello su tocco di Segreto va in gol, ma la posizione è irregolare. Al 47′ per la prima volta i padroni di casa impegnano Inferrera, con una conclusione dal limite di D’Emanuele. Il S.Agata risponde con Isgrò, il suo tiro a giro viene deviato di testa in angolo da un difensore. Al 55′ si rifà vivo l’Atletico con Sottile, Inferrera è attento e alza il pallone sopra la traversa. Nel corso del 67′ Segreto già ammonito ritarda la ripresa del gioco non consentendo ai locali di battere rapidamente una punizione e rimedia il 2′ giallo. Sugli sviluppi della stessa punizione dopo una respinta con il pugno di Inferrera, arriva il pareggio degli etnei con Corona che dopo aver arrestato il pallone con un preciso tiro insacca. Al minuto 80, viene ristabilita la parità numerica in campo, a seguito di un’entrata di Giulio su Calafiore sanzionata con il rosso diretto. Nel finale, il S.Agata conquista tre punizioni al limite, ma non le sfrutta al meglio con Isgrò, Mincica e Jack Bontempo subentrato nel finale a Privitera.

Giorgio Corona in azione con la maglia dello Scordia

Giorgio Corona in azione con la maglia dello Scordia

Atletico Catania-S.Agata 1-1
Atletico Catania: Caruso, Giulio, Rinaldi (46′ Di Maggio),Timoniere (66′ Lupo), Russo, Bonnici, Licata, D’Emanuele (52′ Marziale), Bellamancina, Sottile, Corona (82′ Perla). All. Richichi
Città di S.Agata: Inferrera, Russo, Bontempo F., Privitera (86′ Bontempo G.), Franchina, Zingales, Presti, Segreto, Cicirello (77′ Calafiore), Mincica, Isgrò. All. Bellinvia
Arbitro: Fabio Franzo'(Siracusa)
Assistenti: Pablo Vasques (Siracusa) e Luigi Runza (Siracusa)
Marcatori: 4′ Isgrò, 68′ Corona
Note:  Espulsi: Segreto e Giulio. Ammoniti: Russo, Bonnici, Franchiha, Segreto

Commenta su Facebook

commenti