“Un cavallo per amico”, al via anche quest’anno il progetto equestre per la riabilitazione

Si rinnova l’appuntamento ormai consolidato con l’iniziativa: “Un cavallo per amico”, promossa dall’Istituto Scolastico Superiore “G. Minutoli” e dall’Associazione Equitando Onlus.

Giovani disabili in sella

L’Associazione “Equitando” ONLUS, attiva dal 2003 e centro affiliato dell’A.N.I.R.E. (Associazione Nazionale Italiana Rieducazione Equestre – D.P.R. 08/07/1986 n. 610) nasce con l’intento di organizzare e sviluppare attività connesse al miglioramento della qualità della vita delle persone diversamente abili, in particolare attraverso l’ausilio del cavallo. Il progetto, al via giovedì 6 Aprile presso il Club Ippico “La Palma” di Messina (contrada Veglia – Tremestieri), prevede delle attività nelle quali gli studenti avranno la possibilità di svolgere una pratica rieducativa e riabilitativa a stretto contatto con la natura e gli animali. Il maneggio, infatti, per le sue caratteristiche si presta ad essere strumento terapeutico a tutti gli effetti. I ragazzi che saranno accompagnati da personale specializzato apprenderanno, nei primi incontri, come avvicinarsi e prendersi cura del cavallo assecondando le sue esigenze, successivamente svolgeranno importanti esercizi conducendo il cavallo al passo. L’iniziata è stata promossa anche quest’anno dal Dirigente Scolastico Giovanni Piero La Tona, dalla coordinatrice Cinzia Battaglia e da Gianluca Paratore, presidente di Equitando Onlus e consigliere nazionale A.N.I.R.E. che già nelle precedenti edizioni hanno accompagnato i giovani studenti, i quali hanno risposto sempre con impegno ed entusiasmo a tutti gli stimoli che suscita l’attività equestre. Il cavallo, infatti, con la sua sensibilità riesce a stabilire una connessione con chi se ne prende cura facendo in modo che si instauri una “comunicazione” volta a stabilire un rapporto di fiducia reciproca che è alla base di ogni percorso terapeutico.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti