Trofeo delle Regioni 2014: esordio vittorioso per la Sicilia femminile. In luce la messinese Scionti

Nella prima giornata del Torneo Femminile del Trofeo delle Regioni Kinder+Sport 2014, vincono le grandi favorite Veneto e Lombardia, che sconfiggono agevolmente Umbria e Liguria. Successo anche per le padrone di casa dell’Emilia Romagna. Nel girone D brilla la Sicilia dell’allenatore ragusano Giovanni Recupido che nel secondo tempo ribalta l’inerzia della sfida inaugurale contro la Campania e strappa il primo successo (61-51 il punteggio finale) del torneo di scena a Rimini. A segno anche la giocatrice della Rescifina Messina Anisia Scionti, autrice di sette punti. Martedì sfida già decisiva per il primo posto contro le Marche, vittoriosa al debutto contro l’Abruzzo.

I risultati
GIRONE A
LOMBARDIA-UMBRIA 60-31
(15-6; 28-12; 47-19)
Lombardia: Calciano 2, Del Pero 12, Oliva 4, Meroni 8, Sarto 2, Corbetta 12, Donzelli 4, Rizzi 6, Gandola, Mariani 8, Scavone 2, Paleari. All. Lombardi.
Umbria: Moriconi 4, Grilli 5, Crisostomi, Iaconi, Cubaj 9, Guidubaldi 2, Sparvoli 2, Rossi, Lazzerelli, Gaggiottini, Hattab Cavaciocchi 4, Iachettini 5. All. Posti.

Tutto facile per la Lombardia che ha dominato l’Umbria, lo scorso anno grande sorpresa del Torneo. Dopo un inizio equilibrato (8-4), la Lombardia dava la prima accelerata chiudendo la prima frazione sul 15-6. Nel secondo quarto Cubaj teneva in scia l’Umbria (17-12), poi il break decisivo di 11-0. Nella ripresa, con l’Umbria a -12 (17-29), è il parziale di 18-2 per la Lombardia a chiudere di fatto la gara. Le lombarde controllano nell’ultimo quarto vincendo poi 60-31.

donne_1LAZIO-EMILIA ROMAGNA 47-72
(10-17; 21-32; 37-55)
Lazio: De Santis 13, Puggioni 3, Boni 3, Nizza 10, Troiani, Kolau 2, Auzou 3, Bongiorno 2, Ianeri, Gentile 11, Borghi, Paolocci. All. Adamoli.
Emilia Romagna: Venturi 14, Mantovani 8, Cremona 6, Pallotta 7, Soglia 2, Lucca 9, Giacchetti 4, Zavalloni, Venturoli 5, Periti 6, Salvadego 2, Fera 9. All. Morigi.

Esordio col botto per la rappresentativa di casa che ha superato il Lazio 72-47. Prime battute in perfetto equilibrio (5-6), poi le biancorosse infilavano un parziale di 0-7, volando sul +10 (17-7) all’8′. Nel secondo quarto il Lazio stringeva le maglie difensive e si riportava sotto senza, però, mai avvicinarsi a più di due possessi (17-22 al 16′). Una palla rubata, con successivo contropiede di Lucca, chiudeva la seconda frazione sul +11 (21-32) per le padrone di casa. Alla ripresa l’Emilia Romagna faceva subito la voce grossa e al 25′ il tabellone segnava 23-43. Dopo il massimo vantaggio dell’Emilia Romagna (47-24), il Lazio rientrava a -14 (37-51 al 29′). Le ragazze di Morigi riacceleravano nel finale e il gioco da tre punti di Venturi (42-66 al 37′), chiude la gara.

Classifica
Emilia Romagna 2
Lombardia 2
Lazio 0
Umbria 0

Logo Trofeo delle Regioni 2014

Logo Trofeo delle Regioni 2014

GIRONE B
VENETO-LIGURIA 75-30
(9-11; 30-15; 53-23)
Veneto: Beraldo 7, Pinzan 13, Chichisiola 8, Fassina 11, Dal Mas 6, Coffau, Galazzo 3, Destro 7, Smorto 7, Gamba 7, Furlani 4, Tridello 2. All. Battisti.
Liguria: Bologna 5, Cambiaso 2, Pescetto 2, Tosi 5, Kotopulis 2, Mori, Corradini 11, Poletti, Borgonaro 3, Poli, Copello, Saloni. All. Grandi.

Dopo un avvio di marca ligure (11-9 alla fine del primo quarto per le ragazze di Grandi) con un parziale di 21-4 nei secondi dieci minuti il Veneto sposta le redini del gioco dalla propria parte. La formazione di Battisti allunga col passare dei minuti e il +45 finale punisce, fin troppo, la formazione ligure.

PIEMONTE-FRIULI VENEZIA GIULIA 59-54
(13-13; 33-28; 49-41)
Piemonte: Degiovanni 5, Ceriani 15, Michelini 5, Pollastro 9, Trucco 4, Guarino 2, Muraca 8, Celiberti 2, Colucci, Villa, Dominici 8, Cortese 1. All. Ferrauto.
Friuli: Ianezic 10, Crovato 17, Gatti, Milani 3, Lavaroni 2, Gregori, Revelant, Pulcini 2, Tremul 17, Morello, Gotti 2, Zanelli. All. Bernardi.

Pronti, via ed è 7-1 Piemonte. Il Friuli, però, reagiva immediatamente (7-9). Nel secondo quarto l’assoluto equilibrio veniva spezzato soltanto negli ultimi centoventi secondi (da 28-28 a 33-28). Nella ripresa Friuli ancora a contatto sul 35-33, ma, poi, il Piemonte prendeva l’inerzia raggiungendo il massimo vantaggio sul 49-39 a 1’14” dal terzo gong. Partita finita? Assolutamente no. Pian piano il Friuli si riportava sotto ed impattava a quota 53 con un gioco da tre punti di Crosato. Pollastro firmava il +2 Piemonte, poi, dopo tante occasioni sprecate da entrambe le squadre, era Trucco ad infilare il canestro decisivo a 52″ dalla fine.

Classifica
Veneto 2
Piemonte 2
Friuli Venezia Giulia 0
Liguria 0

GIRONE C
PUGLIA-TRENTINO ALTO ADIGE 58-43
(19-13; 32-19; 46-29)
Puglia: De Bartolomeo 1, Cristofaro 5, Nardelli 6, Armenti 3, Giudice 4, Caretta 3, D’Alessandro 12, Caccavo 5, Markovic 1, Tagliamento, Assennato 13, D’Agnano 5.
Trentino Alto Adige: Ruocco 4, Pesarini 6, Parolari 8, Vicentini, Bernardoni 1, Chemolli, Lorenzi, Venturini 5, Omeozzoli 4, Palmarsan 2, Betta 13, Bregu.

Inizio molto combattuto con le difese a farla da padrone. Al 5′ infatti il tabellone recita 7-6 per le ragazze trentine. Poi la Puglia allunga con un parziale di 9-4. Il secondo quarto prosegue con il pressing asfissiante delle pugliesi che mette in crisi le trentine, a secco per 6′. La Puglia continua con la sua difesa aggressiva, ma inizia a perdere lucidità, sia offensiva sia difensiva; il Trentino non ne approfitta e così rimane invariato il vantaggio pugliese.
Nella seconda frazione di gioco controlla la Puglia che dopo aver chiuso il terzo periodo sul 46-29 vince 58-43.

Un'azione della sfida tra Umbria e Veneto

SARDEGNA-TOSCANA 32-57
(5-23; 17-29; 24-50)
Sardegna: Solinas 5, Schirru 4, Canu 3, Mura 7, Farina, Canu 4, Biella 2, Garau, Maxia, Mascia 3, Piras 4, Sow.
Toscana: Iozzelli 2, Ceccarini 7, Zorzi 4, Cecchi 13, Castiglione 8, Simonetti 3 Vannucchi 5, Sylla 3, Manetti 2, Madera 2, Pagni5, Chiaruggi 3.

Inizio subito forte della Toscana, che va 6-0 grazie a tre canestri in contropiede di Cecchi. Tutto il 1° quarto è un monologo Toscano (23-5).
Nel 2° periodo la Toscana allenta un po’ la difesa e cala il ritmo, così la Sardegna può tornare sotto fino al -12, soprattutto grazie alle 12 palle perse toscane nel solo 2° quarto.
La terza frazione inizia con un parziale di 6-0 della Toscana, propiziato ancora una volta da Cecchi, autrice di 4 punti sui 6 di squadra. Nonostante gli erorri la Toscana riesce a sopperire alle basse percentuali dal campo (7 rimbalzi in 9 minuti per lei) con la presenza sotto canestro. Così la Toscana scappa fino ad arrivare al massimo vantaggio di +27 (50-23). Si segna poco nell’ultimo periodo e a 5′ dalla fine il tabellone recita 55-25, massimo vantaggio toscano. Il finale non regala sorprese con la Toscana che vince 57-32.

Classifica
Puglia 2
Toscana 2
Trentino Alto Adige 0
Sardegna 0

GIRONE D
CAMPANIA-SICILIA 51-61
(16-10; 34-23; 40-49)
Campania: Giuseppone 21, Gigliano 12, Scarpato 3, Pastena, Orta 8, Sapienza 2, Urcivoli, Savarese, Martines 3, Caldi, Cifaldi 2, Moroso. All. Scotto
Sicilia: Gandolfo, Verona 14, Ricciardi 6, Vella 8, Rimi, Greco 18, Scionti 7, Magri 2, Baglieri 6, Caruso, Vivirito, Patané ne. All: Recupido

La Campania inizia bene e al 5’ è già 10-4, grazie alle buone percentuale al tiro. La Sicilia però riesce a tenersi a contatto con la bomba di Verona e, a fine primo quarto lo svantaggio rimane invariato (16-10). La Sicilia accelera nel secondo periodo e i canestri di Ricciardi e Baglieri portano in vantaggio la Sicilia al 15’ (23-24). A fine primo tempo, però, è la Campania a condurre 34-23. Nel terzo quarto la Campania si spegne, la Sicilia rientra bene dagli spogliatoi e lascia le ragazze di coach Scotto a 6 punti in 10 minuti. Nell’ultimo periodo prova a rientrare la Campania, ma la Sicilia resiste e vince 61-51

MARCHE-ABRUZZO 56-49
(19-16; 31-20; 42-33)
Marche: Veroli 1, Catalino 23, Lupini, Ruggeri 8, Bolognini 6, Baffo, Goffi, Castellani 9, Matteucci 4, Zamparini 2, Bernardini, Piermaria 3. All. Pesaresi.
Abruzzo: Miccoli 12, Codagnone 5, Pirani 2, Traino 14, Fabbricini 4, Di Girolamo, Bellante, Di Stefano, Jepson 2, Asobirionwu, Lunadei 10, Colella. All. Patricelli.

Partenza sprint dell’Abruzzo che dopo 5’ è già sul +10 (6-16). Le ragazze di coach Pesaresi, guidate da Catalino reagiscono e con un parziale di 13-0 chiudono il primo periodo sul 19-16. Nel secondo periodo le marchigiane continuano e premere sull’acceleratore e chiudono la prima parte di gara sul 31-20. Le abruzzesi reagiscono al rientro in campo e accorciano sul -9 (33-42) a fine terzo periodo. Non si esaurisce la spinta delle ragazze di Patricelli, che a 6’30” da giocare si portano sul -3 (42-39) costringendo coach Pesaresi al time out. Al rientro dalla sospensione Catalino, prima con l’assist per Castellani e poi con la bomba, porta ossigeno alla sua squadra e il tabellone segna 47-41. Nel finale alungano le Marche, che vincono 56-49.

Classifica
Marche 2
Sicilia 2
Abruzzo 0
Campania 0

Programma seconda giornata (21 aprile)
Girone A
Umbria-Lazio, ore 09.30 (Santarcangelo)
Lombardia-Emilia Romagna, ore 11.30 (Santarcangelo)

Girone B
Veneto-Piemonte, ore 11.30 (Flaminio)
Liguria-Friuli V. G., ore 09.30 (PalaFlaminio)

Girone C
Trentino A.A.-Sardegna, ore 09.30 (San Marino)
Puglia-Toscana, ore 11.30 (San Marino)

Girone D
Sicilia-Marche, ore 11.30 (Bellaria)
Campania-Abruzzo, ore 09.30 (Bellaria)

Commenta su Facebook

commenti